Bocce

set 4th, 2006 | By | Category: Sport di Squadra
  • Share/Bookmark

150Storia

Lo sport delle bocce ha origine da un gioco antichissimo.

al 7000 a.C. risalgono sfere in pietra che mostrano chiari segni di rotolamento su terreno ritrovate nelle città Neolitica di Catal Huyuk, in Turchia Meridionale.
al 2500 a.C. risalgono sfere finemente lavorate, rinvenute nella tomba di un fanciullo in Egitto. Sempre in terra egiziana ritroviamo manufatti raffiguranti un gioco molto simile a quello delle bocce.
Greci e Troiani si dilettavano al gioco delle bocce durante le lunghe pause dell’assedio di Troia.
Ippocrate (medico greco) nel 1184 a.C. parla di un gioco molto simile a quello delle bocce e lo cita più volte nei suoi trattati consigliandone la pratica a giovani e vecchi in quanto “attività molto salutare sia per lo spirito che per il corpo”.
Rimane comunque il dubbio che queste sporadiche testimonianze siano da ricondursi non al gioco delle bocce bensì al lancio del peso.

La prima scoperta che senza dubbio riguarda il gioco delle bocce risale al III sec. a.C. :

a Pompei durante gli scavi venne ritrovato un locale chiamato “Bocciodromo” con all’interno un pallino e otto bocce di pietra, tutti sferici e ben levigati

Il salto di qualità lo dobbiamo ai Romani che elevarono il gioco delle bocce a “gioco di destrezza e abilità”.

Essi adottarono per primi sfere di legno.
Ovidio Nasone Publio ne fece il suo passatempo durante l’esilio sul Mar Nero
L’Imperatore Augusto vi si dilettò utilizzando bocce di radica di ulivo
Ponzio Pilato e Claudio Galeno si dilettarono al gioco consigliandolo anch’essi a giovani e vecchi
Le Legioni Romane portarono il gioco in Gallia dove trovò enorme sviluppo.



Questa attività ludica divenne una vera e propria mania, affascinando tutti dalle classi più povere a quelle più agiate, dagli ecclesiastica alle gentildonne. Si giocava per le strade, sulle piazze, nei castelli e questo fino ai giorni nostri.

Nel 1979 tutti i bocciofili d’Italia videro premiata la loro volontà unitaria e le diverse federazioni sino ad allora operanti in Italia si unirono sotto un’unica sigla, l’UBI, che ottenne l’immediato riconoscimento del CONI. In seguito, nel 1986, arrivò anche la legittimazione del Comitato Olimpico Internazionale.
Nel 1991 le bocce adottarono un nuovo statuto, si fecero identificare da un moderno logo (boccia azzurra in movimento con riccioli tricolori) e ripresero la denominazione di FIB, Federazione Italiana Bocce.
Nel 1997 le bocce italiane hanno compiuto il loro primo secolo di vita “ufficiale”. Una forza poderosa che, con la sua tenacia e volontà, è riuscita a cogliere, proprio nel suo Centenario di Fondazione, un traguardo ambiziosissimo: la partecipazione, in forma ufficiale, ai Giochi del Mediterraneo di Bari.
Lo sport delle bocce è suddiviso in tre diverse specialità:
Petanque

Raffa

Volo

Le regole variano leggermente da specialità a specialità, ed anche a livello delle diverse federazioni. Quanto riportato vuole dare una visione generale delle principali regole. Ad esempio, la petanque non necessita di un campo di gioco predeterminato. Nei vari regolamenti, possono variare il peso e le misure delle bocce e del pallino, le misure per il tocco a terra del tiro a volo o i compiti dell’arbitro.

  • Share/Bookmark

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

GINNASTICA: l’As Gin Civitavecchia è vice campione d’Italia.

nov 24th, 2020 | By
as-gin-passerella-a1-napoli-finale

Nella Final Six di Napoli le ragazze civitavecchiesi chiudono con uno splendido secondo posto finale Civitavecchia 22 Novembre 2020 L’As Gin con la squadra femminile della società del presidente Pierluigi Miranda è vice campione d’Italia. Al PalaVesuvio di Napoli si è disputata la Final Six 2020 del campionato di serie A1, vinta dall’imbattibile Brixia Brescia,
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


CALCIO. Gli allenatori di Eccellenza e Promozione chiedono chiarezza al presidente Zarelli

nov 10th, 2020 | By
calcio-x-allenatori

I tecnici dei campionati laziali hanno scritto una lettera al Cr Lazio per chiedere una decisione chiara. Tra di loro anche gli allenatori di Civitavecchia, Corneto Tarquinia e Ladispoli www.bignotizie.it Civitavecchia Novembre 9, 202048 Alzano la voce gli allenatori di Eccellenza e Promozione del Lazio. Lo fanno per mezzo di una lettera inviata al presidente Zarelli
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


SITTING VOLLEY: la Nazionale Italiana maschile a Civitavecchia il 23-24-25 Ottobre

ott 22nd, 2020 | By
sitting-volley-nazionale-m-a-civitavecchia

Torna a radunarsi la nazionale maschile di sitting volley che lavorerà a Civitavecchia da venerdì 23 a domenica 25 ottobre. Tra gli atleti convocati dal tecnico federale Emanuele Fracascia figura il romano Fabio Marsiliani, atleta del Fonte Roma Eur vice campione d’Italia. Venerdì 23 ottobre la conferenza stampa. Comunicato della Pallavolo Civitavecchia Il fattivo e
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Crc Civitavecchia presenta Sara Celestini, un’icona biancorossa

ott 19th, 2020 | By
crc-presenta-sara-celestini

https://www.civonline.it/ RUGBY È accompagnatrice e dirigente delle squadre Under 6 e Under 8 Il Crc presenta Sara Celestini, accompagnatrice e dirigente dell’Under 6 e dell’Under 8 del Rugby Civitavecchia. Sara è un’icona del Crc, trasmette positività, voglia di fare e per chi avrà la fortuna di ascoltare qualche suo racconto e qualche suo aneddoto sul
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Ginnastica, As Gin: continua il sogno scudetto della squadra femminile in A1

ott 19th, 2020 | By
as-gin-serie-a1-napoli

Nell’ultima tappa di Napoli splendido argento per le ragazze della società civitavecchiese. Niente final six per i maschi che comunque mantengono la categoria https://www.bignotizie.it/ Ottobre 18, 2020 Un secondo posto che permetterà di disputare la final six il prossimo 22 novembre e sognare lo scudetto. E’ stato un ritorno alle gare dal sapore meraviglioso quello
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria