Sollevamento pesi

set 1st, 2006 | By | Category: Sport Individuali
  • Share/Bookmark

134Il sollevamento pesi (o pesistica) è uno sport nel quale i concorrenti tentano di sollevare grossi pesi montati su una barra d’acciaio.
Le gare di sollevamento pesi sono diffuse sin dai tempi antichi (sembra che fossero incluse nei giochi delle Olimpiadi antiche), ed erano parte del programma dei primi Giochi Olimpici moderni nel 1896. Il sollevamento pesi femminile ha iniziato a diffondersi negli anni ’80 ed è stato aggiunto al programma olimpico nel 2000.
I pesi sono montati su un bilanciere d’acciaio che pesa 20 kg nelle competizioni maschili e 15 in quelle femminili. I pesi stessi sono dischi d’acciaio rivestiti in gomma colorata. Esiste un codice che associa ad ogni peso del disco un determinato colore della gomma. I dischi vengono tenuti fermi da anelli del peso di 2,5 kg. Pesi identici vengono posizionati alle due estremità del bilancere. Il bilancere ha delle zigrinature che aiutano gli atleti ad avere un impugnatura salda. Gli atleti iniziano l’esercizio con il bilanciere posizionato al centro di una pedana di legno rivestita in materiale anti-scivolo delle dimensioni di 4×4 metri.
Ci sono due specialità del sollevamento pesi: lo “strappo”, nel quale gli atleti devono sollevare il bilanciere sopra la loro testa, in un unico movimento, e lo “slancio”, nel quale si porta prima il bilanciere all’altezza delle spalle (con un movimento detto “girata”) e poi si solleva il peso al di sopra della testa. In entrambi i casi, per un sollevamento corretto, gli atleti devono reggere il bilanciere saldamente sopra la testa, con braccia e gambe diritte e senza movimenti.
Tre giudici valutano il corretto completamento dell’alzata. Una volta che secondo loro l’atleta ha completato l’esercizio, ogni giudice fa lampeggiare una luce bianca. Quando almeno due luci vengono accese, il sollevamento è considerato buono e gli atleti possono rimettere a terra il bilanciere. Se un giudice ritiene che l’atleta non abbia compiuto correttamente l’esercizio, viene accesa una luce rossa. Il sollevamento deve essere completato anche entro un limite di tempo, altrimenti è nullo. Un terzo esercizio, la “distensione lenta”, era praticato alle Olimpiadi fino al 1972. La “distensione lenta” differiva dallo “slancio”, in quanto il peso veniva spinto dal petto oltre la testa con le sole braccia, senza l’intervento degli arti inferiori. Questo esercizio venne eliminata a causa della difficoltà di giudicare se il sollevamento era stato eseguito in maniera corretta.
Nel sollevamento pesi i concorrenti gareggiano in una delle otto (sette per le donne) categorie di peso. Le categorie degli uomini sono: 56 kg, 62 kg, 69 kg, 77 kg, 85 kg, 94 kg, 105 kg e oltre i 105 kg. Le donne competono nelle categorie: 48 kg, 53 kg, 58 kg, 63 kg, 69 kg, 75 kg, e oltre i 75 kg. In ogni categoria, gli atleti competono sia nello “strappo” che nello “slancio”, e i premi vengono dati normalmente per il maggior peso sollevato in ogni disciplina e nella somma delle due.
L’ordine di gara è affidato ai sollevatori, ovvero l’atleta che sceglie di sollevare il peso minore inizia per primo. Se non riesce a sollevare il peso, ha l’opzione di ritentare il sollevamento, o cercare si sollevare un peso maggiore succesivamente (dopo che gli altri atleti hanno fatto i loro tentativi a quel peso e a pesi intermedi). I pesi vengono aumentati con incrementi minimi di 1 kg., e ogni atleta ha un massimo di tre alzate, indipendentemente che riescano o meno.
Il sollevamento pesi può essere uno sport che ispira soggezione agli spettatori, in quanto gli atleti compiono enormi sforzi fisici e psicologici per sollevare pesi che sono oltre due volte quelli del proprio peso corporeo. Lo sport a livello competitivo è controllato dalla International Weightlifting Federation (IWF), con sede a Budapest, fondata nel 1905.
Dagli anni ’50 agli anni ’80, molti sollevatori di successo arrivavano dall’Europa orientale, specialmente da Bulgaria, Romania e Ucraina. Da allora, sollevatori provenienti da Cina, Grecia e Turchia hanno dominato questo sport. Naim Suleymanoglu dalla Turchia, ha vinto l’oro olimpico nel 1988, 1992 e 1996. Vasily Alexeyev dalla Russia ha stabilito 80 record del mondo e vinto due ori olimpici durante gli anni ’70. Attualmente le nazioni con i migliori atleti ai Giochi Olimpici sono Russia, Iran e Bulgaria
Il record del mondo maschile (strappo + slancio) nella categoria 56 kg è di 305 kg, in quella oltre i 105 kg è di 472,5 kg. La qualità dei sollevamenti nelle diverse categorie di peso può essere comparata usando i Coefficienti Sinclair:ad ogni peso personale di un atleta corrisponde un coefficiente, che viene moltiplicato per i kg.sollevati.
Il bodybuilding è un attività correlata che si concentra sulla creazione della massa muscolare

  • Share/Bookmark

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

FIKBMS: Rachele Tidei campionessa italiana professionisti di Muay Thai WMC 50 kg

nov 23rd, 2020 | By
tidei-rachele

FIKBMS:Federazione Italiana Kickboxing, Muay Thai, Savate, Shoot Boxe, Sambo Rachele Tidei, Azzurra Senior, convince e vince il Titolo Italiano Pro di Muay Thai WMC…. dopo 6 mesi di duro lavoro ce l’abbiamo fatta…. e questa volta non per gli eventi culturali che solitamente fanno spiccare la cittadina collinare anche oltre i confini italiani, ma per
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


FIPSAS Campionato Italiano di pesca con canna da riva Master 2020 a Civitavecchia

ott 19th, 2020 | By
campionato-italiano-pesca

Organizzazione perfetta per il Campionato Italiano di pesca con canna da riva FIPSAS Master 2020 CIVITVECCHIA –19 Ottobre 20207 Domenica 18 ottobre, nelle acque del Porto di Civitavecchia, si è concluso il Campionato Italiano di pesca con canna da riva Master 2020. Sul podio, per la conquista del gradino più alto, Mengozzi Valerio della società
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Un ricordo di Giovanni Bramucci

ott 1st, 2019 | By
giovanni_bramucci_1968

Giovanni Bramucci ci ha lasciato all’età di 73 anni. Con la sua scomparsa si “sfalda” un altro pezzo di quel magnifico edificio che sulla facciata, oramai logora, porta la scritta SPORT CIVITAVECCHIESE. Di lui, delle sue imprese i civitavecchiesi, gli sportivi, in particolar modo gli amanti di ciclismo, sanno tutto, per cui ho ritenuto fare
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


DIANA CARUCCI: Campionessa Italiana IFBB 2019 Categoria Wellness -1.63 cm

ago 3rd, 2019 | By
img-20190730-wa0001

DIANA CARUCCI Campionessa Italiana IFBB 2019 Categoria Wellness -1.63 cm L’evento nazionale si è tenuto il 29 e 30 giugno 2019 a Roma presso l’hotel Marriot Ha sfiorato la PRO CARD e spera di vincerla nelle prossime competizioni. La prossima tappa sarà l’Arnold Classic Europe 2019 BARCELONA, 20 -22 SEPTIEMBRE 2019 parliamo di un europeo su
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tiro con l’arco

set 4th, 2006 | By

Il tiro con l’arco è uno sport di antiche origini che solo recentemente è entrato a far parte delle specialità olimpiche. Diverse, nelle gare nazionali e internazionali, sono le prove che contraddistinguono questa disciplina.L’arco – come strumento di offesa (nel caso dell’arma) ma anche come strumento di svago e di sport – è certamente una
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria