RUGBY. Il Crc è alle porte del paradiso dopo la vittoria sul Livorno 13-15

mag 5th, 2015 | By | Category: Primo piano, Sport News
  • Share/Bookmark

Scritto da Redazione Martedì 05 Maggio 2015 11:12
Il Crc ha ancora qualche giorno per festeggiare la qualificazione ai playoff dopo l’inaspettata vittoria di Livorno prima di prepararsi all’epilogo http://www.trcgiornale.it/ .
I biancogiallorossi, che hanno affrontato quest’avventura in serie B con l’iniziale obiettivo di raggiungere la salvezza, non solo si sono salvati, ma ora hanno addirittura la possibilità di conquistare la promozione in serie A, la seconda divisione del rugby italiano, nel caso battano in finale la Primavera.
Lo scontro andrà in scena il 24 maggio con la gara d’andata al Moretti della Marta ed il 31 con il ritorno a Roma.

VIDEO: Rugby, il Crc è alle porte del paradiso
Nemmeno il più sfegatato tifoso del Crc si sarebbe aspettato al termine del primo tempo della partita di Livorno, con gli avversari avanti 13-3 e padroni del gioco, che domenica notte sarebbe andato a dormire con un sorriso stampato in volto.
I biancogiallorossi hanno dimostrato per l’ennesima volta che sono una squadra che non muore mai, nonostante il fatto che per tutta la Poule Promozione non abbiano mai occupato la seconda posizione del girone, quella che avrebbe garantito i playoff e che è stata conquistata solo negli ultimi 40 minuti di gioco.
“Faccio i complimenti ai ragazzi – dichiara un euforico Domenico Nastasi, presidente della formazione – sapevo che avrebbero dato tutto in queste partite, ma non mi aspettavo certo che arrivasse questa possibilità di accedere alla serie A.
A dicembre avevamo detto che saremmo stati la scheggia impazzita, si può dire certamente che questo è avvenuto”.
A realizzare la meta decisiva della gara, quella che ha spostato gli equilibri del match decisivo di Livorno è stata la bandiera Athos Onofri, ancora a segno dopo un’altra try importante, quella che consentì al Crc di far cedere il Romagna, dopo una gara che non fu facile come nelle previsioni.
“Abbiamo dimostrato la nostra forza nel momento più importante della stagione – spiega la terza linea classe ’89 – finalmente quest’anno siamo riusciti a fare una stagione da protagonisti in serie B, ora non dobbiamo abbassare la guardia”.
Lo sa bene Onofri, che non è al suo primo campionato di B ed ha dovuto masticare parecchio amaro quando il suo Crc è dovuto retrocedere ogni qualvolta si era affacciato in questa categoria. Tra l’altro l’ultima volta avvenì proprio per mano della Primavera.
“Si tratterà di due partite avvincenti – riprende colui che può giocare sia da numero 7 che da numero 8 – vogliamo rifarci dopo quella gara che ci costò la retrocessione. Sarà sicuramente un grande spettacolo. Dobbiamo puntare sulle nostre grandi qualità”.

Difficile capire al momento chi partirà con un vantaggio rispetto all’avversaria. Forse una spanna avanti c’è la Primavera, che ha concluso l’altra Poule Promozione in testa alla classifica con 37 punti, a pari merito con il Cus Roma, perché è arrivata prima e potrà giocare in casa la partita di ritorno.
Secondo i dati i civitavecchiesi hanno un attacco più forte, ma i capitolini primeggiano nella difesa. Nessuna squadra di serie B in stagione ha affrontato entrambe le finaliste, per cui è complicato azzardare dei pronostici, ma sembra che i valori tra le due Poule si equivalgano, almeno nella parte alta della classifica.
“Noi adesso ce la giochiamo – commenta Domenico Nastasi – affronteremo le finali con uno spirito battagliero, senza nessuna pressione addosso, solo con la voglia di fare bene e dare ennesime gioie al nostro pubblico, che ci sostiene sempre in massa. Non succede, ma se succede….”.
Sarà una sfida con tantissimi spunti, uno su tutti l’ex Giampiero Granatelli, attualmente tecnico del Crc, ma che in passato è stato sulla panchina della Primavera.
Nell’esperienza gialloblu l’ex selezionatore della Nazionale femminile ha puntato prevalentemente sui giovani e sul gioco in mischia, che tra l’altro è uno dei punti di forza dei bianco giallorossi.
Chissà se sarà proprio la cassaforte civitavecchiese a fare male alla formazione romana.

 

  • Share/Bookmark
Tags:

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

Comune di Civitavecchia: contributi a parziale copertura del costo di frequenza ai centri estivi 2021

set 3rd, 2021 | By
governo-logo-centri-estivi

Comune di Civitavecchia:  Dal ministero per la Famiglia arriva, per Civitavecchia 105.222,03 € per  potenziare i centri estivi e i servizi socioeducativi. 02.09.2021 – Avviso pubblico finalizzato all’individuazione dei beneficiari di contributi a parziale copertura del costo di frequenza ai centri estivi 2021 Con Determinazione Dirigenziale n. 2895 del 02/09/2021 è stato approvato l’ avviso
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tokyo…senza pugili, ma con le pugilesse

ago 4th, 2021 | By
irmatesta

Recentemente l’Associazione CIVITAVECCHIA C’E’ ha organizzato un piacevole pomeriggio sportivo, trasmettendo nei suoi locali un interessante filmato sulla vita e la carriera del pugile –Michael Magnesi – attualmente l’unico italiano a detenere un titolo mondiale, precisamente nella categoria dei super piuma. Tale appuntamento, allietato alla fine da un gradito rinfresco, se da un lato offriva
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tirreno Atletica Civitavecchia: 50 anni di storie e fotogrammi di vita

lug 31st, 2021 | By
atletica-civitavecchia

50 anni di storie e fotogrammi di vita 04-07-2021 21:59 – News Generiche Cinquant’anni di successi, sacrifici, ostacoli superati e una inesauribile voglia di correre verso nuovi traguardi. E’ con questo spirito che la Tirreno Atletica Civitavecchia si è ritrovata ieri sera presso il ristorante “Brizi Country Chic” per festeggiare le sue nozze d’oro, in
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Ma il Giappone i giochi li voleva veramente?

lug 28th, 2021 | By
olimpiade-di-tokio-2021

Entreranno nella storia. Tutte le Olimpiadi in quanto tali sono manifestazioni destinate, a causa dei motivi più disparati, a volte purtroppo anche tragici, ad essere ricordate, ma quelle di Tokyo entreranno nella storia per un “pezzetto” di più, una particolarità che, fino ad oggi, non si era mai verificata: saranno le prime olimpiadi senza pubblico.
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


In ginocchio

lug 12th, 2021 | By

Sarebbe stato bello se a fine partita Mancini e tutto il clan azzurro fossero andati ad inginocchiarsi davanti alla Var. Un giusto gesto di ringraziamento verso quel congegno (chiamiamolo così) che con il suo occhio elettronico, infallibile quindi, riesce a trovare tutte le irregolarità presenti in un’azione (compreso il fuorigioco dovuto ad un piede più
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria