Le nuove promesse dell’atletica:Luca Tassarotti

dic 23rd, 2006 | By | Category: Vivere lo Sport
  • Share/Bookmark

218CIVITAVECCHIA – Il 2006 è stato senza dubbio un anno d’oro per l’atletica civitavecchiese. Ben dodici infatti gli atleti che hanno conquistato la qualificazione ai campionati italiani assoluti nelle rispettive categorie; non accadeva dai tempi d’oro di Gatti, Peris e Fontana, negli anni sessanta. Segno di una rinnovata e ritrovata vitalità della regina degli sport a Civitavecchia, dove un impianto finalmente degno di tale nome e gli encomiabili sforzi della Tirreno Atletica hanno infine prodotto i meritati e sperati risultati. Andiamo quindi alla scoperta delle nuove promesse dell’atletica cittadina; ragazzi di grande talento e di belle speranze, per i quali potrebbero anche schiudersi, tra qualche anno, orizzonti tinti d’azzurro.

Il nostro viaggio comincia da chi è riuscito a sfondare nel settore più agguerrito e competitivo dell’atletica nazionale, il mezzofondo maschile. Lui è Luca Tassarotti, classe 1987, autore di un vero e proprio exploit nel 2006 che lo ha portato a conquistare il settimo posto ai campionati italiani juniores di mezzamaratona, dove ha realizzato peraltro la sua migliore prestazione tecnica stagionale con un crono di 1h 13’41″. Le avvisaglie di un talento pronto ad esplodere si erano tuttavia avute nell’estate del 2005, quando Luca, dopo alcuni anni di risultati semplicemente soddisfacenti, ha iniziato ad abbassarre a “manciate di secondi” i suoi personali su 5000 e 10.000 metri. In dodici mesi il suo miglioramento è stato progressivo e costante e quest’anno è arrivato a correre la doppia distanza del mezzofondo resistente rispettivamente in 15’54″ e 33’30″.
<Il settimo posto ai campionati italiani di mezzamaratona è stato senza dubbio il mio risultato migliore – spiega Luca – anche se sono stati piazzamenti pregevoli anche il decimo posto ai campionati italiani sui 5000 metri e l’undicesimo posto alla campestre internazionale dei “Cinque Mulini”>.
Quando hai iniziato a correre?
<A 14 anni. Ho praticato nuoto per diversi anni ma il contatto con il cloro mi ha provocato una forte forma d’asma. Allora il mio medico mi ha consigliato di praticare atletica. I primi anni ho ottenuto risultati discreti, poi lo scorso anno ho iniziato a migliorare sensibilmente, così ho deciso di iniziare una pratica agonistica a tutti gli effetti. Mi alleno dieci-undici volte a settimana, tre o quattro giorni doppio gli allenamenti curando molto tecnica e palestra. Nel 2007 passerò nella categoria Promesse e quindi dovrò migliorarmi ancora molto per riuscire a ottenere i minimi di partecipazione ai campionati italiani, che ovviamente saranno più bassi rispetto a quelli della categoria juniores>.
Riesci a conciliare studio e sport?
<Assolutamente sì. Lo scorso anno mi sono diplomato e quest’anno mi sono iscritto all’Università alla facoltà di Ingegneria della sicurezza. La mattina mi alleno e studio, il pomeriggio dalle 14 alle 17 frequento le lezioni e quando ho finito svolgo la seconda seduta di allenamento>.
Il mezzofondo è una delle specialità più faticose dell’atletica; qual è il tuo rapporto con la fatica?
<La sfida con la fatica mi affascina e mi stimola. Mi piace affrontarla e vincerla, sia in gara che in allenamento. Se la sera non torno a casa stanco non sono soddisfatto, perché vuol dire che non ho dato tutto me stesso. Spesso in allenamento tendo anche a fare più di quanto previsto, proprio perché ho sempre il timore di non impegnarmi fino in fondo. Ed anche in gara quando arrivo stremato sono contento, perché vuol dire che ho dato il massimo. Non mi piace avere rammarichi alla fine di una competizione>.
Quando si pratica sport a livello agonistico si vive una vita di rinunce. Ti pesa questo fatto, specialmente a 19 anni quando la maggioparte dei tuoi amici e coetanei ha più tempo per divertirsi?
<Nessun peso, perché faccio una cosa che mi piace moltissimo; è ovvio che devo rinunciare a qualcosa nella mia vita, ma non è assolutamente un sacrificio. Quando esco dall’università i miei amici magari vanno a fare una passeggiata e spesso rimangono stupiti del fatto che al buio io me ne vado invece subito a correre, ma a me piace. Anche alzarmi presto la domenica per andare a gareggiare è una cosa piacevole, non vado mica a lavorare ma a correre! E non c’è dubbio che tra una pista da discoteca e una d’atletica preferisco di gran lunga la seconda>.
Nemmeno l’alimentazione rigida a cui devi attenerti ti pesa un po’?
<Ma no; anche se l’alimentazione è una cosa che curo moltissimo in fondo devo semplicemente stare attento a grassi e fritti, ormai ci sono abituato>
Com’è il tuo rapporto con il tuo allenatore?
<Ottimo. Ad allenarmi è Maurizio Rocchetti, grazie a cui sono riuscito ad ottenere questi ottimi risultati. Merito suo, perché oltre alle indovinate teniche di allenamento mi ha insegnato a curare ogni aspetto dell’atletica nel minimo dettaglio; è questo il segreto per migliorarsi. Ho un ottimo rapporto con lui anche perché mi segue costantemente anche in gara in giro per l’Italia e questo incrementa la mia fiducia nei suoi confronti>.
Quali sono i tuoi obiettivi per il 2007?
<Sicuramente migliorare tutti i miei personali: scendere intorno ai 4′ sui 1500, intorno ai 15′ sui 5000, intorno ai 32’30″ sui 10.000 ed intorno ad 1h 10′ sulla mezzamaratona, garantendomi così la qualificazione ai campionati italiani>.
Qual è fino ad oggi il ricordo più bello della tua carriera agonistica?
<Credo il campionato italiano di mezzamaratona dello scorso setembre dove mi sono classificato settimo. Sia prima che dopo la gara, infatti, ho avuto modo di parlare con Stefano Baldini; ci siamo scambiati le nostre impressioni sulla gara e lui mi ha fatto gli auguri per la mia carriera. E’ stata una bellissima emozione>.
E il tuo sogno sportivo?
<Il sogno di ogni atleta è partecipare ad una Olimpiade, ma so che è quasi impossibile ed io sono realista. Sarebbe davvero un grandissimo sogno poter vestire un giorno la maglia azzurra>.

In bocca al lupo Luca!
[http://www.centumcellae.it|Centumcellae]

  • Share/Bookmark

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

Elena De Paolis: “serve un vero cambiamento culturale e sociale per fronteggiare la sfida dell’inclusione messa alla prova dal Covid-19

feb 17th, 2021 | By
img-20200108-wa0008

 MAURO ALESSANDRI, Assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità della Regione Lazio: “Approvati criteri per CONTRIBUTI AI COMUNI per eliminazione barriere architettoniche “strumento prezioso per i Comuni che decidono di lavorare concretamente all’accessibilità del proprio territorio” Civitavecchia 16 Febbraio 2021 Comunicato Stampa La presidente Elena De Paolis del Tavolo Tecnico “la Cultura dell’agibilità”
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


CALCIO. Gli allenatori di Eccellenza e Promozione chiedono chiarezza al presidente Zarelli

nov 10th, 2020 | By
calcio-x-allenatori

I tecnici dei campionati laziali hanno scritto una lettera al Cr Lazio per chiedere una decisione chiara. Tra di loro anche gli allenatori di Civitavecchia, Corneto Tarquinia e Ladispoli www.bignotizie.it Civitavecchia Novembre 9, 202048 Alzano la voce gli allenatori di Eccellenza e Promozione del Lazio. Lo fanno per mezzo di una lettera inviata al presidente Zarelli
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


KARATE: ASD Meiji Kan Civitavecchia. La Maestra Virginia Pucci: gli allenamenti proseguono negli spazi aperti della città

nov 9th, 2020 | By
karatemeijikan-pucci

Meiji Kan, gli allenamenti proseguono negli spazi aperti della città www.civonline.it  Civitavecchia 9 NOVEMBRE 2020 KARATE Le limitazioni scaturite dal DPCM costringono le società cittadine a svolgere le sedute fuori dalle palestre. La maestra Virginia Pucci: «Speriamo che i contagi in Italia inizino a calare, anche perché ci avviamo verso l’inverno» Meiji Kan,  Condividi Nei giorni
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Giornata nera per lo SPORT e la SALUTE civitavecchiese: l’Adsp mette in vendita la camera iperbarica di Civitavecchia

nov 4th, 2020 | By
camera-iperbarica

Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale mette in vendita la camera iperbarica, Forno: ”Così di Majo scrive la parola fine sulla riapertura” www.0766news.it 3 Novembre 2020 Dopo anni di silenzio qualcosa si muove nel procedimento relativo alla camera iperbarica. Il problema è che, secondo l’associazione “Volontari Francesco Forno” quanto disposto dall’Autorità di sistema
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


CALCIO Aia di Civitavecchia: nuovo corso arbitri.

ott 19th, 2020 | By
aia-locandinacorsoarbitri-953x1024

Riparte l’attività della sezione Aia di Civitavecchia Nuovo corso arbitri, iscrizioni aperte fino al 30 novembre Riparte l’attività della sezione Aia di Civitavecchia, che ha organizzato il nuovo corso arbitri. Il corso è completamente gratuito ed è riservato ai ragazzi e alle ragazze che abbiano compiuto, alla data dell’esame, il 15esimo anno di età e
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria