Alpinismo

ago 30th, 2006 | By | Category: Sport Individuali
  • Share/Bookmark

107

L’ ambiente alpino è stato popolato fin dalla preistoria e la presenza umana a quote ben superiori al fondovalle è testimoniata da ritrovamenti archeologici (Uomo del Mondeval presso Cortina d’ Ampezzo), Uomo del Similaun nella zona di Merano). La motivazione che spinse i primi abitanti delle Alpi a salire oltre i boschi ed i pascoli era molto probabilmente legata alla caccia o a riti religiosi.


Mont AiguilleSi hanno notizie di alcune salite già nel XIV secolo; il 26 aprile 1336 giorno del salita del Mont Ventoux (m. 1909 in Provenza) da parte di Francesco Petrarca e del fratello Gherardo. Pochi anni dopo, il primo settembre 1358, Rotario d’Asti raggiungeva la somità del Rocciamelone montagna alta ben 3538 m. Tra le imprese della “preistoria apinistica” va ricordata l’ ascensione del Mont Aiguille ( m. 2086 nella regione francese del Vercors). Essa fu effettuata il 26 giugno 1482, su ordine di Carlo VIII, da Antoine de Vielle con una squadra di esperti di fortificazioni. All’ ascensione parteciparono anche dei carpentieri e falegnami che costruirono sul posto le scale necessarie a superare le ripide pareti calcaree.
Al di là di questi episodi sporadici fino alla fine del settecento le alte montagne alpine continuarono a rappresentare un territorio privo di risorse di interesse , pericoloso e frequentato solo dai cacciatori. Un ambiente in gran parte ignoto e per questo ritenuto popolato da creature malvagie e sovrannaturali.
Tradizionalmente la nascita dell’ alpinismo viene posta l’ 8 agosto 1786, giorno della prima


Monte Bianco da Chamonix, la prima ascensione avvenne da questo versanteascensione del Monte Bianco. La spinta ad effettuare la salita venne da uno scienziato ginevrino (Horace-Bénédict De Saussure) ma essa venne realizzata da un medico (Michel Gabriel Paccard) e da un cacciatore e cercatore di cristalli (Jaques Balmat) di Chamonix. In questa prima fase l’ azione è promossa da appartenenti alle classi agiate non residenti in montagna ma è realizzata anche grazie alla partecipazione di abitanti del luogo, conoscitori dell’ ambiente montano (le guide alpine). Inizialmente la motivazione a raggiungere la sommità delle principali vette era di poter effettuare misurazioni di pressione e temperatura oltre che di esplorare l’ ambiente glaciale ancora sconosciuto. Per esempio prima della salita al Monte Bianco si pensava che una sola notte trascorsa su un ghiacciaio ad alta quota potesse essere fatale. Questa venne ben presto affiancata dal gusto della scoperta come estensione del turismo alpino praticato in particolare da inglesi e tedeschi. Nella prima metà dell’ ottocento vengono salite per la prima volta tutte le cime principali della Alpi tra cui :
Grossglokner – 1800

Monte Rosa (Punta Giordani) – 1801

Ortles – 1804

Jungfrau – 1811

Bernina – 1829

Pelmo – 1857

Monviso – 1861

Grandes Jorasses – 1863

Marmolada – 1864

Cervino – 1865

Nello stesso periodo si costituiscono le prime associazioni alpinistiche : l’ Alpine Club inglese nel 1857, l’

  • Share/Bookmark

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

Un ricordo di Giovanni Bramucci

ott 1st, 2019 | By
giovanni_bramucci_1968

Giovanni Bramucci ci ha lasciato all’età di 73 anni. Con la sua scomparsa si “sfalda” un altro pezzo di quel magnifico edificio che sulla facciata, oramai logora, porta la scritta SPORT CIVITAVECCHIESE. Di lui, delle sue imprese i civitavecchiesi, gli sportivi, in particolar modo gli amanti di ciclismo, sanno tutto, per cui ho ritenuto fare
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


DIANA CARUCCI: Campionessa Italiana IFBB 2019 Categoria Wellness -1.63 cm

ago 3rd, 2019 | By
img-20190730-wa0001

DIANA CARUCCI Campionessa Italiana IFBB 2019 Categoria Wellness -1.63 cm L’evento nazionale si è tenuto il 29 e 30 giugno 2019 a Roma presso l’hotel Marriot Ha sfiorato la PRO CARD e spera di vincerla nelle prossime competizioni. La prossima tappa sarà l’Arnold Classic Europe 2019 BARCELONA, 20 -22 SEPTIEMBRE 2019 parliamo di un europeo su
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tiro con l’arco

set 4th, 2006 | By

Il tiro con l’arco è uno sport di antiche origini che solo recentemente è entrato a far parte delle specialità olimpiche. Diverse, nelle gare nazionali e internazionali, sono le prove che contraddistinguono questa disciplina.L’arco – come strumento di offesa (nel caso dell’arma) ma anche come strumento di svago e di sport – è certamente una
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tiro a volo

set 4th, 2006 | By

Tiro a volo è uno sport che consiste nel colpire un bersaglio da una determinata distanza con un’arma da fuoco.è disciplina olimpica.Il bersaglio è sempre in movimento, mai predeterminato.Il tiro a volo si suddivideva in due categorie:tiro al piccione tiro al piattello. Oggi esiste solo il tiro al piattello, in quanto in tiro al piccione
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tiro a segno

set 4th, 2006 | By

Il tiro a segno è una pratica sportiva che consiste nel colpire un bersaglio il più possibile vicino al centro da una determinata distanza con un’arma da fuoco, ad aria compressa o a gas (CO2).Le notizie più antiche di questa attività si hanno dal XV secolo e vengono dalla Germania e dall’Italia.La sua forte diffusione
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria