VERDE COME VELA, IL FELICE EPILOGO DI UN VIAGGIO CHE HA PORTATO IL COLORE DELLA SPERANZA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

ago 12th, 2014 | By | Category: Vivere lo Sport
  • Share/Bookmark

11 agosto 2014

Dichiarazione di Alberto Buogo
Responsabile Boat Ecology
Coordinatore Verde come Vela

VERDE COME VELA, IL FELICE EPILOGO DI UN VIAGGIO CHE HA PORTATO IL COLORE DELLA SPERANZA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

«Il progetto “Verde come Vela

- in viaggio per mostrare e dimostrare il vivere sostenibile”

si è concluso il 3 agosto con il

ritorno della nostra potente barca oceanica alla base del Marina del Fezzano.

Dopo la partecipazione alle regate della 151 Miglia Race e della Giraglia Rolex Cup abbiamo intrapreso una crociera di 19 giorni nel Mediterraneo, coinvolgendo nel nostro progetto di sensibilizzazione ambientale le coste e le strutture portuali di Liguria, Toscana, Lazio e Sardegna. Realtà diverse tra di loro che hanno risposto tutte con straordinaria accoglienza e partecipazione. Il bilancio finale è ancora meglio di quanto avessimo previsto e già pensiamo al prossimo anno, spinti dall’entusiasmo di chi ci ha ospitato durante le tappe. Sarà stato merito del fascino di una barca che ha fatto due volte il giro del mondo o, del grande seguito che il nostro skipper Marco Nannini ha tra gli appassionati o, merito del gruppo di lavoro di Boat Ecology, la rete di imprese che ha promosso e supportato il progetto, insieme al contributo dato dal nostro equipaggio che ringrazio personalmente per la professionalità e l’energia che ha saputo trasmettere quotidianamente nonostante le fatiche del viaggio. Sicuramente alla base c’è la bontà di un messaggio che abbiamo scoperto essere già chiaro e condiviso dal pubblico. Il dibattito ambientalista oggi ha spento i fanatismi di un tempo e finalmente l’opinione comune riconosce in modo indiscusso che rispettare l’ambiente ci aiuta a vivere meglio, c’è solo bisogno di esempi concreti. D’altra parte “Verde come Vela” non aveva la pretesa di portare nessuna novità, ma come dice il nostro claim, voleva dare una dimostrazione concreta: il cambiamento è possibile, è facile da ottenere, l’azione del singolo è potente.
Per questo abbiamo scelto di fare

un viaggio a tappe che ci

portasse a contatto diretto con la

gente, abbiamo scelto una barca

a vela, ritenuta il mezzo

ecologico per antonomasia e abbiamo dimostrato che anche questa può essere decisamente migliorata, con poco.

A bordo nessuna tecnologia prototipale o avveniristica, solo prodotti collaudati e reperibili sul mercato. Grazie al supporto tecnico e finanziario di Boat Ecology abbiamo installato le principali tecnologie che producono energia da fonti rinnovabili, confermando la validità del generatore eolico e soprattutto dei moduli fotovoltaici, tra questi abbiamo voluto scegliere un’eccellenza del Made in Italy aprendo una collaborazione con Solbian Energie Alternative, fondata da Giovanni Soldini e Marco Bianucci, inoltre abbiamo testato anche una tecnologia al momento meno diffusa tra i croceristi scoprendone l’efficacia e la semplicità: l’idrogeneratore che ci ha fornito la maggior parte dell’energia.
In 19 giorni e 940 miglia di navigazione non ci siamo mai allacciati ad una colonnina elettrica e non abbiamo mai acceso il motore per ricaricare le batterie, la nostra barca era completamente autosufficiente tanto da produrre più del fabbisogno: 17,2 kWh contro 12,7 kWh. Così la nostra barca ha risparmiato in totale 100 litri di gasolio evitando l’emissione in atmosfera di 268 kg di CO2.
Questo è il fatto concreto da cui ripartire. Nel “Vademecum del diportista sostenibile” che abbiamo distribuito lungo il nostro viaggio si evidenzia che le imbarcazioni circolanti in un anno nel mediterraneo sono mediamente più di 100.000, se il semplice esempio di “Verde come Vela” venisse raccolto dagli altri, provate voi a fare i conti dell’impatto ambientale evitato e se questo ancora non vi interessasse, pensate al risparmio economico in gasolio. Il passaggio del testimone da una barca eco-efficiente alle strutture portuali e turistiche che costellano i chilometri di coste italiane è immediato e più che mai significativo. Lo dimostrano l’interesse e la partecipazione che le istituzioni e gli operatori del settore hanno manifestato alle conferenze organizzate durante le tappe a terra del nostro tour. A tutti è apparso chiaro un concetto: sostenibilità significa qualità e sicurezza, quei fattori che rappresentano allo stesso tempo, il mezzo per riportare sviluppo e ricchezza ed il fine a cui dobbiamo tendere.
Il concetto è condiviso e non aspetta altro che essere applicato. Boat Ecology, forte dell’esperienza maturata con il progetto “Verde come Vela”, proseguirà nell’implementazione di piani di sviluppo in grado di facilitare gli operatori del settore nautico e portuale, strategici per l’Italia tanto dal punto di vista economico quanto ambientale e lo farà puntando sempre di più sul coinvolgimento delle istituzioni che governano il territorio, delle forze economiche che lo alimentano e delle risorse ambientali che lo rendono unico al mondo. In attesa che la stagione estiva si concluda e che i lavori riprendano a settembre ringraziamo tutti coloro che hanno collaborato al progetto “Verde come Vela”, fortunatamente sono tantissimi.»
Boat Ecology, Eco-efficiency in

the Yachting World è una rete di

imprese la cui missione è

diffondere innovazione

tecnologica a basso impatto

ambientale nel mondo della

nautica da diporto e promuovere

la cultura ambientale.

Del team, di cui capofila è Avanzi-Sostenibilità per Azioni, fanno parte: Montana-conoscere, progettare, rispettare l’ambiente; Greenville|KW-Sustainable living solutions; Alchema- smart solutions; RGS-Risk governance solutions.
Boat Ecology sostiene Verde come Vela, un progetto di comunicazione che vuole diffondere innovazione tecnologica e cultura della sostenibilità.
Boat Ecology ha il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, del Ministero delle Attività Produttive e del Kyoto Club.

Verde come Vela

sui social:

Facebook https://www.facebook.com/VerdecomeVela
Twitter: @verdecomeVela1
Instagram: VERDECOMEVELA
g+: https://plus.google.com/103024222591653074692/posts

Press Office
Tatiana Gammacurta – mob. +39 335 8202598 – pressoffice@sailingandtravel.it

  • Share/Bookmark
Tags: ,

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

Comune di Civitavecchia: contributi a parziale copertura del costo di frequenza ai centri estivi 2021

set 3rd, 2021 | By
governo-logo-centri-estivi

Comune di Civitavecchia:  Dal ministero per la Famiglia arriva, per Civitavecchia 105.222,03 € per  potenziare i centri estivi e i servizi socioeducativi. 02.09.2021 – Avviso pubblico finalizzato all’individuazione dei beneficiari di contributi a parziale copertura del costo di frequenza ai centri estivi 2021 Con Determinazione Dirigenziale n. 2895 del 02/09/2021 è stato approvato l’ avviso
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


CIVITAVECCHIA: LA GIUNTA COMUNALE incontra Tavolo Tecnico dell’Agibilità

lug 31st, 2021 | By
comune-di-civitavecchia

INCONTRO CON LA GIUNTA COMUNALE DEL 15.07.2021 Il giorno 15.07.2021 alle ore 15,45 si è svolto un incontro tra la Giunta Comunale e una rappresentanza del TT presso la sede comunale. Va rivolto innanzi tutto un ringraziamento all’assessore Cinzia Napoli che fortemente si è adoperata per l’attuazione dell’incontro, più volte rimandato per problematiche varie dell’amm.ne
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Ma il Giappone i giochi li voleva veramente?

lug 28th, 2021 | By
olimpiade-di-tokio-2021

Entreranno nella storia. Tutte le Olimpiadi in quanto tali sono manifestazioni destinate, a causa dei motivi più disparati, a volte purtroppo anche tragici, ad essere ricordate, ma quelle di Tokyo entreranno nella storia per un “pezzetto” di più, una particolarità che, fino ad oggi, non si era mai verificata: saranno le prime olimpiadi senza pubblico.
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


In ginocchio

lug 12th, 2021 | By

Sarebbe stato bello se a fine partita Mancini e tutto il clan azzurro fossero andati ad inginocchiarsi davanti alla Var. Un giusto gesto di ringraziamento verso quel congegno (chiamiamolo così) che con il suo occhio elettronico, infallibile quindi, riesce a trovare tutte le irregolarità presenti in un’azione (compreso il fuorigioco dovuto ad un piede più
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


La Giunta Comunale di Civitavecchia ha incontrato il Tavolo tecnico dell’agibilità il 24/06/2021

lug 2nd, 2021 | By
sdr

APPUNTI PER IL GIORNO 24/06/2021 GIUNTA · Attività inclusive (rampe e o presidi per locali aperti al pubblico) legge 13/89 – legge 104/92 – legge 1996 – DPR 380/01 – Nazioni Unite 2008 ratificato nel 2009 nuove regole · OVS era inagibile prima dei lavori di ristrutturazione e nulla è cambiato. Forse anche peggio…gli articoli
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria