VERDE COME VELA, IL FELICE EPILOGO DI UN VIAGGIO CHE HA PORTATO IL COLORE DELLA SPERANZA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

ago 12th, 2014 | By | Category: Vivere lo Sport
  • Share/Bookmark

11 agosto 2014

Dichiarazione di Alberto Buogo
Responsabile Boat Ecology
Coordinatore Verde come Vela

VERDE COME VELA, IL FELICE EPILOGO DI UN VIAGGIO CHE HA PORTATO IL COLORE DELLA SPERANZA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

«Il progetto “Verde come Vela

- in viaggio per mostrare e dimostrare il vivere sostenibile”

si è concluso il 3 agosto con il

ritorno della nostra potente barca oceanica alla base del Marina del Fezzano.

Dopo la partecipazione alle regate della 151 Miglia Race e della Giraglia Rolex Cup abbiamo intrapreso una crociera di 19 giorni nel Mediterraneo, coinvolgendo nel nostro progetto di sensibilizzazione ambientale le coste e le strutture portuali di Liguria, Toscana, Lazio e Sardegna. Realtà diverse tra di loro che hanno risposto tutte con straordinaria accoglienza e partecipazione. Il bilancio finale è ancora meglio di quanto avessimo previsto e già pensiamo al prossimo anno, spinti dall’entusiasmo di chi ci ha ospitato durante le tappe. Sarà stato merito del fascino di una barca che ha fatto due volte il giro del mondo o, del grande seguito che il nostro skipper Marco Nannini ha tra gli appassionati o, merito del gruppo di lavoro di Boat Ecology, la rete di imprese che ha promosso e supportato il progetto, insieme al contributo dato dal nostro equipaggio che ringrazio personalmente per la professionalità e l’energia che ha saputo trasmettere quotidianamente nonostante le fatiche del viaggio. Sicuramente alla base c’è la bontà di un messaggio che abbiamo scoperto essere già chiaro e condiviso dal pubblico. Il dibattito ambientalista oggi ha spento i fanatismi di un tempo e finalmente l’opinione comune riconosce in modo indiscusso che rispettare l’ambiente ci aiuta a vivere meglio, c’è solo bisogno di esempi concreti. D’altra parte “Verde come Vela” non aveva la pretesa di portare nessuna novità, ma come dice il nostro claim, voleva dare una dimostrazione concreta: il cambiamento è possibile, è facile da ottenere, l’azione del singolo è potente.
Per questo abbiamo scelto di fare

un viaggio a tappe che ci

portasse a contatto diretto con la

gente, abbiamo scelto una barca

a vela, ritenuta il mezzo

ecologico per antonomasia e abbiamo dimostrato che anche questa può essere decisamente migliorata, con poco.

A bordo nessuna tecnologia prototipale o avveniristica, solo prodotti collaudati e reperibili sul mercato. Grazie al supporto tecnico e finanziario di Boat Ecology abbiamo installato le principali tecnologie che producono energia da fonti rinnovabili, confermando la validità del generatore eolico e soprattutto dei moduli fotovoltaici, tra questi abbiamo voluto scegliere un’eccellenza del Made in Italy aprendo una collaborazione con Solbian Energie Alternative, fondata da Giovanni Soldini e Marco Bianucci, inoltre abbiamo testato anche una tecnologia al momento meno diffusa tra i croceristi scoprendone l’efficacia e la semplicità: l’idrogeneratore che ci ha fornito la maggior parte dell’energia.
In 19 giorni e 940 miglia di navigazione non ci siamo mai allacciati ad una colonnina elettrica e non abbiamo mai acceso il motore per ricaricare le batterie, la nostra barca era completamente autosufficiente tanto da produrre più del fabbisogno: 17,2 kWh contro 12,7 kWh. Così la nostra barca ha risparmiato in totale 100 litri di gasolio evitando l’emissione in atmosfera di 268 kg di CO2.
Questo è il fatto concreto da cui ripartire. Nel “Vademecum del diportista sostenibile” che abbiamo distribuito lungo il nostro viaggio si evidenzia che le imbarcazioni circolanti in un anno nel mediterraneo sono mediamente più di 100.000, se il semplice esempio di “Verde come Vela” venisse raccolto dagli altri, provate voi a fare i conti dell’impatto ambientale evitato e se questo ancora non vi interessasse, pensate al risparmio economico in gasolio. Il passaggio del testimone da una barca eco-efficiente alle strutture portuali e turistiche che costellano i chilometri di coste italiane è immediato e più che mai significativo. Lo dimostrano l’interesse e la partecipazione che le istituzioni e gli operatori del settore hanno manifestato alle conferenze organizzate durante le tappe a terra del nostro tour. A tutti è apparso chiaro un concetto: sostenibilità significa qualità e sicurezza, quei fattori che rappresentano allo stesso tempo, il mezzo per riportare sviluppo e ricchezza ed il fine a cui dobbiamo tendere.
Il concetto è condiviso e non aspetta altro che essere applicato. Boat Ecology, forte dell’esperienza maturata con il progetto “Verde come Vela”, proseguirà nell’implementazione di piani di sviluppo in grado di facilitare gli operatori del settore nautico e portuale, strategici per l’Italia tanto dal punto di vista economico quanto ambientale e lo farà puntando sempre di più sul coinvolgimento delle istituzioni che governano il territorio, delle forze economiche che lo alimentano e delle risorse ambientali che lo rendono unico al mondo. In attesa che la stagione estiva si concluda e che i lavori riprendano a settembre ringraziamo tutti coloro che hanno collaborato al progetto “Verde come Vela”, fortunatamente sono tantissimi.»
Boat Ecology, Eco-efficiency in

the Yachting World è una rete di

imprese la cui missione è

diffondere innovazione

tecnologica a basso impatto

ambientale nel mondo della

nautica da diporto e promuovere

la cultura ambientale.

Del team, di cui capofila è Avanzi-Sostenibilità per Azioni, fanno parte: Montana-conoscere, progettare, rispettare l’ambiente; Greenville|KW-Sustainable living solutions; Alchema- smart solutions; RGS-Risk governance solutions.
Boat Ecology sostiene Verde come Vela, un progetto di comunicazione che vuole diffondere innovazione tecnologica e cultura della sostenibilità.
Boat Ecology ha il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, del Ministero delle Attività Produttive e del Kyoto Club.

Verde come Vela

sui social:

Facebook https://www.facebook.com/VerdecomeVela
Twitter: @verdecomeVela1
Instagram: VERDECOMEVELA
g+: https://plus.google.com/103024222591653074692/posts

Press Office
Tatiana Gammacurta – mob. +39 335 8202598 – pressoffice@sailingandtravel.it

  • Share/Bookmark
Tags: ,

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

Tavolo Tecnico per la Cultura dell’Agibilità Civitavecchia richiede la Commissione locale per rilascio Patenti Speciali

mag 17th, 2021 | By
tta-passeggiata

Il  Tavolo Tecnico per la Cultura dell’Agibilità - attività di organizzazione per la tutela dei cittadini – di Civitavecchia richiede al Vice Presidente della VII Commissione Regionale – Dott. Paolo Ciani – la Commissione locale per rilascio Patenti Speciali Civitavecchia 16 Maggio 2021 La commissione si incontrerà a via Cadorna martedì 24 settembre, Il  Tavolo Tecnico
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Regione lazio: audizioni sui Diritti delle persone con disabilità

apr 19th, 2021 | By
regione-lazio-barriere-architettoniche

ELENA DE PAOLIS: “Proposta di legge piena di tante condivisibili iniziative e intenti”. Diritti delle persone con disabilità, nuove audizioni sulla proposta di legge regionale n. 169 concernente: ”Promozione delle politiche a favore dei diritti delle persone con disabilità” Roma 13/04/2021 – Sentita la presidente della Consulta regionale per la salute mentale, Daniela Bezzi Si è
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Il Governo Draghi vara i decreti di Spadafora: APPROVATA LA RIFORMA COME CAMBIA LO SPORT.

apr 17th, 2021 | By
associazioni-sportive-dilettantistiche-asd-2-studio-turnaturi

tt-magazine_n2_web In extremis il Governo Draghi vara i decreti di Spadafora Abolizione del vincolo, ma non solo: tutte le novità su Associazioni ed Enti Dilettantistici, Registro Sportivo www.altroconsumo.it inchiesta_cartellini-sport 20 Altroconsumo 322 • febbraio 2018 I giovani dilettanti non sono liberi di cambiare squadra quando vogliono, per anni. E all’ombra del vincolo, nasce il business di chi chiede soldi per il riscatto. SPORT
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Elena De Paolis: “serve un vero cambiamento culturale e sociale per fronteggiare la sfida dell’inclusione messa alla prova dal Covid-19

feb 17th, 2021 | By
img-20200108-wa0008

 MAURO ALESSANDRI, Assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità della Regione Lazio: “Approvati criteri per CONTRIBUTI AI COMUNI per eliminazione barriere architettoniche “strumento prezioso per i Comuni che decidono di lavorare concretamente all’accessibilità del proprio territorio” Civitavecchia 16 Febbraio 2021 Comunicato Stampa La presidente Elena De Paolis del Tavolo Tecnico “la Cultura dell’agibilità”
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


CALCIO. Gli allenatori di Eccellenza e Promozione chiedono chiarezza al presidente Zarelli

nov 10th, 2020 | By
calcio-x-allenatori

I tecnici dei campionati laziali hanno scritto una lettera al Cr Lazio per chiedere una decisione chiara. Tra di loro anche gli allenatori di Civitavecchia, Corneto Tarquinia e Ladispoli www.bignotizie.it Civitavecchia Novembre 9, 202048 Alzano la voce gli allenatori di Eccellenza e Promozione del Lazio. Lo fanno per mezzo di una lettera inviata al presidente Zarelli
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria