SURF. Valeria Patriarca Campionessa Italiana Under 18

ago 23rd, 2014 | By | Category: News dalle società
  • Share/Bookmark

VIDEO:  Valeria Patriarca Surfing Life

www.surfitaliano.it

Valeria Patriarca Campionessa Italiana Under 18

 

La prima surfista in Italia ad

aver conquistato a soli 14 anni

un posto sul podio dei 2

campionati Italiani

OPEN ATLETA DELLA NAZIONALE ITALIANA FISURF – VICE CAMPIONESSA ITALIANA FISURF – III CLASSIFICATA CAMPIONATO PROFESSIONISTICO SURFING ITALIA 2011.

Share on facebookShare on twitterShare on google_plusone_share
Nome: Valeria
Cognome: Patriarca
Nata a: Roma
Il: 6 giugno 1997
Anni surf: 4
Quiver : RT 5″4′, RT 5″3′, X 5″2′, Blackdog Surfboards mini long
Manovra Preferita: Cut back
Sponsor: Mundaka Optic, Green Ocean Surfing, (supported RT Surfboards e X Surfboards)

Ciao Valeria, i primi complimenti vanno per l’ottimo risultato ottenuto, Campionessa Italiana U18 , come ti senti in questo momento?

Sono molto felice, anche perché questo è il mio primo titolo. Sono tre anni ormai che faccio competizioni, mi sono sempre piazzata al secondo ed al terzo posto, anche nel circuito open e finalmente quest’anno sono riuscita a guadagnarmi il titolo. Una grandissima soddisfazione che mi sprona a fare sempre meglio!

Vincere ed imporsi non è stato sicuramente facile, hai un segreto particolare?

Sì, il segreto è divertirsi. Penso che anche quando si gareggia, bisogna sempre pensare che gli avversari sono prima di tutto amici. Infatti, molto spesso, capita di condividere tutti insieme delle belle session in free surf, poi durante i contest, ti ritrovi a gareggiare con quelle stesse persone. Allora, invece di farsi prendere dalla tensione della gara, bisogna guardare i lati positivi, ad esempio, quando mi ricapita di surfare a Banzai con solo quattro persone in acqua! Se surfi sciolto e tranquillo, surfi sicuramente meglio.

Raccontaci i tuoi progetti futuri?

Sicuramente fare molti viaggi all’estero per migliorare il mio livello, ho ancora parecchio da lavorare. Poi continuerò a fare gare in Italia e vorrei provare anche a fare qualche gara all’estero, sperando di poter ottenere qualche buon risultato.

Come hai iniziato ad avvicinarti al surf?

In verità è stata una cosa accaduta assolutamente per caso. Ho sempre avuto una passione per l’acqua, infatti nuoto da quando avevo 3, il surf proprio non lo conoscevo. Qualche anno fa’ ero al mare con i miei a Santa Severa al Castello e quel giorno d’estate sulla spiaggia c’era un gran casino. C’erano un sacco di ragazzi, tavole da surf, stand…..ho saputo dopo che era il Surf Expo. Ho fatto una lezione di prova. L’insegnate era una ragazza bionda molto bella e simpatica, Valentina D’azzeo (che ovviamente non sapevo chi fosse). Da quel momento non sono più scesa dalla tavola!

Dove surfi di solito?

Generalmente ad Ostia, Santa Severa e diversi spot di Santa Marinella

Spot preferito?

Non te lo posso dire……è un secret!

Quanto riesci a combaciare la tua vita privata con il surf?

Ah beh guarda abbastanza bene. Al primo posto viene il surf, poi tutto il resto, è questo il mio grande segreto per una perfetta organizzazione! In realtà è importante organizzarsi bene, soprattutto con la scuola. Io penso che il surf non è una cosa che fai, ma una parte di ciò che sei. Infatti quando surfo poco o male, divento una vera rompiscatole, molto scontrosa ed insopportabile, come tutti i surfisti in astinenza, del resto.

Localismo e donne, non combaciano moltissimo, tu ne risenti?

Forse sono stata fortunata ma a me non è mai capitato, né in Italia né all’estero di dover affrontare localismi o cose simili, anzi il contrario. Ho sempre trovato persone carine in acqua e ben disposte nei miei confronti. Personalmente penso che sia molto importante rispettare le regole e le persone che sono in acqua, essere umili e disposti ad imparare da chi è più bravo ed ha più esperienza……e poi il sorriso di una ragazza può fare miracoli!

Comunque non è facile imporsi al femminile nel surf in Italia, secondo te cosa manca?

Sicuramente manca l’unione. I ragazzi sono competitivi in acqua, ma fuori dall’acqua sono anche amici. Le ragazze sono competitive in acqua e spesso anche fuori. In uno sport come questo, prevalentemente maschile, ci stiamo dando la zappa sui piedi da sole! Dobbiamo cambiare il nostro modo di ragionare. Per questo sono molto contenta di aver trovato un gruppo di ragazze surfiste, le pink surfer, super surfiste molto simpatiche, con cui ci vediamo ogni tanto a cena e con cui stiamo progettando un session tutte insieme.

La federazione sta cercando di migliorarsi sempre più, cosa vorresti vedere cambiare?

Come dici tu la Federazione sta crescendo. Hanno fatto un grande lavoro quest’anno. Spero in futuro che si riescano ad organizzare più tappe nei contest short, sia junior che open e che ci sia una maggiore collaborazione tra surf club e Federazione.

E in Italia?

Se si lavora tutti insieme, atleti, surf clubs e Federazione uniti dallo stesso scopo, si riesce a far screscere il surf in Italia. Le polemiche, fatte così tanto per criticare e basta, non servono a nessuno e soprattutto non credo che piacciano agli sponsors.

Bene Valeria, grazie mille per la chiacchierata, ringraziamenti particolari?

Comincio con ringraziare di cuore voi di SurfItaliano, per l’intervista e per l’opportunità che mi avete dato.

Ringrazio Mundaka Optic ed Aymeric Sevenet, che ha sempre creduto in me e che quest’anno ha deciso di farmi passare dal Team Italia al Team Word, un grosso salto!

La mia famiglia che mi segue sempre.

Il mio amico Paolo Fieni, bravissimo fotografo, che è sempre presente ogni volta che sono in acqua.

Ma in particolare vorrei ringraziare alcune persone che hanno condiviso con me alcune tappe fondamentali del mio percorso:

Valentina D’Azzeo, che ancora mi segue mi incoraggia e mi consiglia, che per prima mi ha messo in acqua e mi ha fatto scoprire quanto sia meraviglioso il surf

Andrea Bonfili, che mi ha sempre aiutato e con cui ho partecipato al mio primo Euro junior in Portogallo quattro anni fa’

Enrico Agostini delle Surf Rescue Team, che per primo mi ha fatto capire l’importanza di unire un training di potenziamento fisico al training in acqua

La Escuela Cantabra de Surf (Somo Santander) ed il suo Direttore “Capi” David Garcia, che per primo mi ha allenato in una clas de perfeccionamiento e competicion

Alessandro Demartini e Camilla Michetti della Wolfhouse di Fuerteventura, carissimi amici, con cui ho condiviso il mio primo fantastico surf trip da sola, senza genitori!

Saluto e ringrazio alcuni bravissimi surfers che mi sono particolarmente vicini con il loro affetto ed i loro preziosi consigli: Valerio Beidy, Aldo Giummo, Victor de Nobrega, Gianmaria Gimmy Giuntoli, Michael Wagensommer, Simone Cappotto e Marco Bosko Boscaglia, Elena Bertolini.

Ringrazio l’Ostia surf, di cui ora non faccio più parte, per il supporto negli anni passati.

Ringrazio tutte le persone che in acqua mi hanno sempre accolto con un sorriso.

  • Share/Bookmark
Tags:

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

HOCKEY INLINE. Snipers Civitavecchia le campionesse d’Italia dell’hockey in line femminile.

giu 9th, 2022 | By
novelli-2022-06-06-at-14-34-32

Il presidente Riccardo Valentini: «È una grande gioia tornare a fregiarsi del titolo italiano. Per la Cv Skating è un grande onore ma credo anche per tutta la città» CAMPIONATO FEMMINILE, CIVITAVECCHIA VINCE LO SCUDETTO GIUGNO 7TH, 2022 Sono le Snipers Civitavecchia le campionesse d’Italia dell’hockey in line femminile. Domenica sera, in quel di Legnaro,
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


HOCKEY INLINE. Finale Campionato italiano femminile 2022: Snipers Civitavecchia vs Devil Girls Vicenza

giu 2nd, 2022 | By
sniperineverona-edited-768x432

Domenica 5 giugno alle ore 18.30 a Legnaro (Padova) si giocherà la finale in gara secca. Sono le Devil Girls Vicenza e le Snipers Civitavecchia le due formazioni finaliste del campionato italiano femminile 2022. Al termine di due combattute semifinali, le due squadre hanno avuto la meglio rispettivamente di Torre Pellice in casa (3-1) e
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


HOCKEY INLINE. WOMEN EUROPEAN LEAGUE: PER VERONA E CIVITAVECCHIA NON ARRIVANO RISULTATI IN PISTA MA TANTISSIMA ESPERIENZA INTERNAZIONALE.

mag 27th, 2022 | By
women-european-league-25-05-2022

WOMEN EUROPEAN LEAGUE: PER VERONA E CIVITAVECCHIA NON ARRIVANO RISULTATI IN PISTA MA TANTISSIMA ESPERIENZA INTERNAZIONALE. VIDEO: L’Hochey inline non è ancora uno sport olimpico. Riesci a crederci? ?v=1177263973127964&_rdr#_=_ “Veni, vidi, didici”. O semplicemente: siamo andati, abbiamo visto ed abbiamo imparato. Nello sport non si può ovviamente sempre vincere e, nel caso non si riesca
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Campionato italiano di serie A di hockey in line femminile: le “Peperine della CV Skatting

mag 17th, 2022 | By
whatsapp-image-2022-05-16-at-21-49-01

Martedì 17 Maggio 2022 Campionato italiano di serie A di hockey in line CV Skatting femminile Eccole ne abbiamo parlato in settimana sui social e media locali e siti web di hockey in line sono le atlete della squadra femminile della società Cv Skating Civitavecchia Hockey e Pattinaggio. Domenica al “Pala Mercuri” di Civitavecchia si
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


HOCKEY IN LINE . La società civitavecchiese Cv Skating apripista per una promozione del movimento femminile nello sport

mag 13th, 2022 | By
novelli-veronica-39836df3-e938-48e5-ba65-21a4771a020b

  Civitavecchia 12 Maggio 2022 La Cv Skating hockey in line femminilee pattinaggio ha nel suo fiore all’occhiello la squadra femminile che milita nella massima serie. Gruppo che raccoglie atlete da ogni parte d’Italia in modo da permettere a giocatrici di altre regioni nelle quali non sono presenti squadre femminile di proseguire il percorso agonistico
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria