RUGBY E ALIMENTAZIONE: Alimentazione e integrazione nell’atleta vegetariano – Prof. Andrea Savini (Naturopata)

gen 10th, 2015 | By | Category: Vivere lo Sport
  • Share/Bookmark

RUGBY E ALIMENTAZIONE: Alimentazione e integrazione nell’atleta vegetariano

Il dubbio principale ha sempre riguardato la sua capacità di fornire agli atleti i corretti apporti nutrizionali
Alimentazione – 09 gennaio 2015 12:08 -
Prof. Andrea Savini

- Naturopata -

Aumenta sempre più il numero di

persone che scelgono l’alimentazione

vegetariana preferendola a quella

onnivora.
Tra le motivazioni il rispetto per la vita degli animali e la maggiore tutela della salute: è infatti assodato che una dieta povera di proteine animali tenda quantomeno a ritardare l’insorgenza di patologie importanti quali quelle tumorali, l’ipertensione e le malattie cardiocerebrovascolari,il diabete di tipo 2, le malattie su base infiammatoria e le patologie gastro intestinali.
Se molte evidenze sembrano confermare la validità del vegetarianesimo nella popolazione generale, nel corso dell’ultimo decennio sono state molte le discussioni sull’appropriatezza dell’alimentazione vegetariana nello sportivo.
Il dubbio principale ha sempre riguardato la sua capacità di fornire agli atleti i corretti apporti nutrizionali, soprattutto in merito alle proteine: infatti legumi e vegetali contengono solo alcuni degli aminoacidi essenziali utili al corretto funzionamento dell’organismo e all’ottimale prestazione muscolare nervosa e ormonale.
Una prima doverosa considerazione: la prestazione fisica necessita sempre di un’alimentazione che sia adeguata e calibrata sul singolo atleta in funzione delle proprie caratteristiche fisiche e fisiologiche e del lavoro specifico da sostenere.
Per i vegetariani occorre un’ancora maggiore attenzione nel pianificare l’assunzione delle sostanze nutritive, ponendo molta attenzione oltre ad eventuali carenze di proteine, anche ai probabili deficit di sali minerali, ferro e vitamine, soprattutto negli atleti impegnati in sport di forza-resistenza e particolarmente intensi.
Nello scorso articolo è stato fatto riferimento al dosaggio di 1,4 – 2 grammi di proteine per chilo di peso corporeo da assumere per sostenere adeguatamente la prestazione muscolare: è pertanto evidente che la prima valutazione da effettuare per chi segue l’alimentazione vegetariana riguarda la congruità delle dosi degli alementi preposti a fornirle, tenendo conto dell’apporto inferiore di proteine ed aminoacidi garantito dai vegetali.
Fatto salvo gli alimenti di derivazione animale utilizzati dai vegetariani (NON VEGANI) quali latte, yogurt, formaggi e uova, di seguito alcuni esempi di alimenti vegetali con un buon contenuto di proteine:
Verdura e frutta: broccoli, piselli, spinaci, cavolo, patate e avocado.
Legumi: sono i più ricchi di proteine. 100 grammi di lenticchie, fagioli, semi di soia, cicerchia, quinoa, contengono indicativamente tra i 23 ed i 29 grammi di proteine.
Frutta in guscio: anacardi, nocciole, castagne, mandorle, pistacchi
Cereali: fiocchi d’avena, riso integrale, grano duro, seitan.
Laddove il regime alimentare dell’atleta vegetariano non sia sufficiente a fornire quanto necessario per garantire un’ottimale prestazione fisica, ecco che gli integratori alimentari suppliscono a tale carenza.
Ad esempio, la spirulina, alga ricchissima di proteine (60%) è spesso fondamentale nelle situazioni in cui occorra ristabilire velocemente la quota proteica: il suo uso va comunque limitato nel tempo e sospeso quando la dieta raggiunga gli standard corretti.
Dopo le proteine, come detto precedentemente, vanno valutati il corretto assorbimento e la correttà biodisponibilità del ferro. L’organismo gestisce in maniera ottimale il ferro eme, ovvero organico, che è prevalentemente derivato da alimenti di origine animale. I vegetali sono invece ricchi di ferro non eme, ovvero inorganico, molto più difficile da assorbire. Per questo motivo, qualora possibile, andreabbe assunta una quantità maggiore degli alimenti che lo contengono, oppure sarebbe più appropriato ricorrere alla giusta integrazione scegliendo tra le diverse tipologie di ferro disponibili.
Ultimo capitolo quello delle vitamine. Se l’assunzione di frutta fa si che non sussistono problemi in merito al corretto apporto di vitamina C (fondamentale tra l’altro per il corretto metabolismo e impiego del ferro da parte dell’organismo) discorso a parte merita la vitamina B12, contenuta soprattutto negli alimenti di origine animale. La vitamina B12 è essenziale per lo sportivo in quanto ottimizza i processi di maturazione dei globuli rossi e del midollo spinale, oltre a regolare il metabolismo dei carboidrati delle proteine e dei lipidi. Nel vegetariano che non dovesse assumere la giusta quantità di latte, formaggi o uova, e ancor a maggior ragione nell’atleta VEGANO, andrebbe considerata la corretta supplementazione attraverso un integratore vitaminico specifico.
Resta inteso che quanto sopra rappresenta solo un accenno ed una visione d’insieme dell’alimentazione vegetariana nel mondo dello sport, materia complessa anche per i medici ed nutrizionisti più esperti che si occupano da lunga data di alimentazione nello sportivo.
La corretta valutazione del singolo individuo, delle sue caratteristiche morfologiche e delle sue funzionalità fisiologiche rappresentano l’elemento cardine per la pianificazione di un qualsiasi regime alimentare e di integrazione in ogni atleta.
A maggior ragione, l’atleta vegetariano necessita di un inquadramento ancor più dettagliato e specifico per far si che mantenga sempre il corretto equilibrio nutrizionale senza sconfinare in ipotetiche condizioni di carenza con il richio di conseguenze negative per la salute.
Prof. Andrea Savini – Naturopata
www.naturopatasavini.it
Formazione medico-scientifica, da più di 20 anni si occupa della salute e del benessere delle persone attraverso l’impiego della medicina e dei farmaci convenzionali, ricoprendo anche ruoli manageriali all’interno dei maggiori colossi multinazionali del farmaco con responsabilità gestionali a livello nazionale ed internazionale.
Nel 2002 si avvicina alla Medicina Naturale e si forma come Naturopata presso la Scuola di Medicina Psicosomatica di Milano nel triennio accademico 2003-2006, per poi frequentare nel 2007 il Master Seminariale “Hermes” presso l’Università degli Studi di Milano in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità ed il patrocinio della Regione Lombardia.
Nel 2010, a Londra, consegue la Certificazione Internazionale nel metodo Insights Discovery, metodo basato sullo studio delle tipologie umane e dei relativi stili relazionali e comportamentali, ottenendo anche l’Accreditamento come Insights Discovery Client Practitioner.
Membro del Gruppo Latino Mediterraneo di Medicina dello Sport è anche Visiting Professor in discipline scientifiche presso la Saint George University.
Offre a chi si rivolge a lui una consulenza basata sulle competenze multidisciplinari e sulla capacità d’ascolto, utilizzando rimedi e presidi naturali di comprovata efficacia sia in termini di risoluzione dei problemi sia in termini di prevenzione.
Segue come Naturopata Ufficiale il Team ciclistico MAPEI-DELU e l’ Ultramarathon 100 km di Seregno, oltre ad altri Team ed atleti di livello Nazionale ed Internazionale.

Foto Elena Barbini

Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento e approfondimento anche sugli articoli precedenti.

Il mio indirizzo mail è naturopatasavini@gmail.com

  • Share/Bookmark
Tags:

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

Comune di Civitavecchia: contributi a parziale copertura del costo di frequenza ai centri estivi 2021

set 3rd, 2021 | By
governo-logo-centri-estivi

Comune di Civitavecchia:  Dal ministero per la Famiglia arriva, per Civitavecchia 105.222,03 € per  potenziare i centri estivi e i servizi socioeducativi. 02.09.2021 – Avviso pubblico finalizzato all’individuazione dei beneficiari di contributi a parziale copertura del costo di frequenza ai centri estivi 2021 Con Determinazione Dirigenziale n. 2895 del 02/09/2021 è stato approvato l’ avviso
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


CIVITAVECCHIA: LA GIUNTA COMUNALE incontra Tavolo Tecnico dell’Agibilità

lug 31st, 2021 | By
comune-di-civitavecchia

INCONTRO CON LA GIUNTA COMUNALE DEL 15.07.2021 Il giorno 15.07.2021 alle ore 15,45 si è svolto un incontro tra la Giunta Comunale e una rappresentanza del TT presso la sede comunale. Va rivolto innanzi tutto un ringraziamento all’assessore Cinzia Napoli che fortemente si è adoperata per l’attuazione dell’incontro, più volte rimandato per problematiche varie dell’amm.ne
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Ma il Giappone i giochi li voleva veramente?

lug 28th, 2021 | By
olimpiade-di-tokio-2021

Entreranno nella storia. Tutte le Olimpiadi in quanto tali sono manifestazioni destinate, a causa dei motivi più disparati, a volte purtroppo anche tragici, ad essere ricordate, ma quelle di Tokyo entreranno nella storia per un “pezzetto” di più, una particolarità che, fino ad oggi, non si era mai verificata: saranno le prime olimpiadi senza pubblico.
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


In ginocchio

lug 12th, 2021 | By

Sarebbe stato bello se a fine partita Mancini e tutto il clan azzurro fossero andati ad inginocchiarsi davanti alla Var. Un giusto gesto di ringraziamento verso quel congegno (chiamiamolo così) che con il suo occhio elettronico, infallibile quindi, riesce a trovare tutte le irregolarità presenti in un’azione (compreso il fuorigioco dovuto ad un piede più
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


La Giunta Comunale di Civitavecchia ha incontrato il Tavolo tecnico dell’agibilità il 24/06/2021

lug 2nd, 2021 | By
sdr

APPUNTI PER IL GIORNO 24/06/2021 GIUNTA · Attività inclusive (rampe e o presidi per locali aperti al pubblico) legge 13/89 – legge 104/92 – legge 1996 – DPR 380/01 – Nazioni Unite 2008 ratificato nel 2009 nuove regole · OVS era inagibile prima dei lavori di ristrutturazione e nulla è cambiato. Forse anche peggio…gli articoli
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria