L’ex-arbitro di calcio della serie A Paolo De Angelis compie oggi 60 anni

giu 25th, 2015 | By | Category: Personaggi Sportivi, Primo piano
  • Share/Bookmark

Civitavecchia 25 Giugno 2015 09:31
www.trcgiornale.it - di Mariangela Capparella - Compie oggi 60 anni Paolo De Angelis, in questi ultimi anni diventato sconosciuto ai più, ma che a cavallo tra gli anni ’70 e gli anni ’90 è stato protagonista di una folgorante carriera come arbitro di calcio, arrivando a calcare i palcoscenici della serie A in un campionato che, in quel periodo era di un livello tecnico notevolmente superiore rispetto all’attuale. visto che era frequentato dai migliori giocatori del mondo. Al compimento del sessantesimo anno di età, Paolo De Angelis si racconta in questa intervista.
Tra i molti volti noti nello sport che abbiamo avuto la fortuna di avere a Civitavecchia ce n’è uno che è sempre un po’ rimasto in sordina, fino a cadere nell’oblio….quindi oggi per il compimento dei suoi 60 anni abbiamo voluto dar lustro ad una persona che negli anni novanta arbitrò le partite più importanti di quell’epoca che oggi sembra a noi così lontana, ma che ha fatto storia: Paolo De Angelis
Paolo quando hai iniziato ad arbitrare?
“Allora, io ho fatto il corso nel dicembre del 1974, poi sono stato un anno fermo per completare il servizio militare e dunque ho iniziato ad arbitrare nel 1976. Facendo tre mesi di settore giovanile”.
Quindi quanti anni avevi?
“Avevo 21anni, ho fatto tre mesi di settore locale di “ragazzi giovanissimi allievi”, dopodiché a gennaio sono passato nei laziali ed ho iniziato ad arbitrare in terza categoria, qui siamo a gennaio. A maggio a fine del campionato ero già in prima categoria. L’anno successivo, la stagione 77-78 ho debuttato in promozione, sarebbe l’attuale eccellenza. Ho fatto qui due anni. Nel 1980 sono passato di categoria e sono arrivato ad arbitrare la promozione a livello Nazionale. Ho fatto due anni e sono arrivato primo in graduatoria Nazionale”.
A livello Nazionale quindi parliamo della serie A?
“No. Dilettanti a livello Nazionale. Nell’82 ho fatto la finale Campionato Italiano allievi e finale campionato Nazionale primavera. Poi tra l’82 all’85 ho fatto l’interregionale per tre anni, passando poi in serie C e su 25 promossi ero ottavo. Da qui ho debuttato nello stesso anno fra i promossi per arbitrare in C1, perché ad allora c’erano C2 e C1. A fine stagione sono stato premiato con un premio Nazionale , come miglior arbitro debuttante in serie C . Poi per un infortunio mi sono dovuto fermare per due anni”.
Quando sei tornato sul campo?
“Sono tornato dopo il mio infortunio nella stagione 88/89 feci una buona stagione e nell’89/90 feci il mio debutto in serie B precisamente il 16 settembre 1990. A fine stagione ecco finalmente la tanto sognata serie A, il 26 maggio del 1991 con la partita Cesena – Fiorentina. Ho terminato la carriera arbitrando Verona – Juventus del 24 maggio del 1992. Purtroppo la mia permanenza in seria A è arrivata veloce ma è stata breve, ma non per motivi tecnici, ma per motivi chiamiamoli comportamentali. Ho fatto gare internazionali come guarda linee; Ho fatto Coppa Uefa, oggi Europa League e sia Coppa dei Campioni, oggi Champions League. Anche qui mi sono tolto grandi soddisfazioni. In serie A immagini eravamo 38 arbitri, la famiglia arbitrale è composta da 33mila unità, però in serie A erano 38. Arrivava 1 ogni 900 che facevano il corso”.
Quindi, insomma sei una persona conosciuta?
“Si certo tra gli arbitri sono conosciuto, ero l’unico ad allora che proveniva dall’alto lazio oltretutto”.
Si certamente però perché a Civitavecchia nessuno ti ha mai ricordato o nominato per questo?
“Di nome qualcuno mi conosceva, ma solo chi seguiva il calcio. Niente di più”.
Qualche bel ricordo?
“Di belli sono stati quando debuttavo nelle varie categorie superiori, quando ho ricevuto premi Nazionali….poi anche di brutti quando mi assediavano…sono stato assediato un paio di volte in campo. Accade anche questo, me la sono sempre cavata”.
Quindi non ti dispiace che nella tua città nessuno ti ricordi per questa tua carriera di arbitro?
“Ma sai, a Civitavecchia io ho notato una cosa..forse noi Civitavecchiesi siamo un po’ mi permetta di usare il termine “faciloni ” , su certe cose. A non dare la giusta importanza ad ogni cosa. Purtroppo abbiamo questo difetto; La persona che arriva a certi livelli, il Civitavecchiese lo giudica in maniera ambigua non dice :”tizio è arrivato là ed è campione del mondo!” Piuttosto preferisce creare un alone di negatività intorno la persona che ha avuto successo chiedendosi da quali mani possa aver avuto aiuti. Non danno mai onori al merito. Ma questo vale anche per altri sportivi che come me sono arrivati in alto. Il Civitavecchiese ha sempre criticato, mai osannato”.
Che poi le tue origini non le hai mai nascoste, sei sempre stato fiero di provenire da una onesta e semplice famiglia di lavoratori.
“Ma si, anche quando ero in serie A non ho mai nascosto le mie origini, che vivevo in un palazzo popolare ed io, ti dico la verità, nonostante in certi periodi frequentassi persone di un certo rango, persone che guidavano l’economia italiana, io mi sono sempre trovato bene con le persone semplici come sono io”.
Paolo con questa intervista oggi Civitavecchia, la tua famiglia ed i tuoi amici ti rendono merito e ti augurano un buon Compleanno per i tuoi 60 anni
Mariangela Capparella

  • Share/Bookmark
Tags:

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

DIANA CARUCCI: Campionessa Italiana IFBB 2019 Categoria Wellness -1.63 cm

ago 3rd, 2019 | By
img-20190730-wa0001

DIANA CARUCCI Campionessa Italiana IFBB 2019 Categoria Wellness -1.63 cm L’evento nazionale si è tenuto il 29 e 30 giugno 2019 a Roma presso l’hotel Marriot Ha sfiorato la PRO CARD e spera di vincerla nelle prossime competizioni. La prossima tappa sarà l’Arnold Classic Europe 2019 BARCELONA, 20 -22 SEPTIEMBRE 2019 parliamo di un europeo su
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Stella di Bronzo CONI almerito sportivo a Fiorentino Domenico (Cronometrista Uff. ASD di Civitavecchia) – FICr

mar 6th, 2019 | By
fiorentino-domenico-sella-di-bronzo-2017

FIORENTINO DOMENICO: “Una vita dedicata allo sport, per chi lo sport ha praticato, ha vissuto e che ce l’ha nel dna. Curriculum Nasce a Napoli 26/08/1936 ma vive da 57anni a Civitavecchia. Una vita dedicata allo sport, per chi lo sport ha praticato, ha vissuto e che ce l’ha nel dna. Come nel caso di Domenico
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Benemerenze CONI 2017: Pallanuoto un Collare d’Oro per tre

dic 20th, 2018 | By
calcaterra-simeoni

trcgiornale.it Civitavecchia 19 dicembre 2018 Civitavecchia è stata protagonista delle premiazioni del Collare d’Oro, la massima onorificenza conferita dal Coni. Nel corso della kermesse che si è svolta alla Casa delle Armi, sono state premiate le Nazionali di pallanuoto che hanno vinto il Mondiale nel 1978 e nel 1994. Tra l’altro particolare risalto è stato
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Benemerenze CONI 2017. Stella di Bronzo: a Domenico fiorentino (Cronometrista benemerito) e ASD Tirreno Atletica Civitavecchia (FIDAL)

dic 19th, 2018 | By
Roma Italy - 17 Dec 2018 -  Coni Lazio e Regione Compagni di sport - Roma - CPO Giulio Onesti in Roma - Manifestazione  con Benemerenze Coni Lazio Giulio Onesti  Benemerenze

Stella di Bronzo: a Fiorentino Domenico (Cronometrista Uff. ASD di Civitavecchia) – FICr e ASD Tirreno Atletica Civitavecchia (FIDAL)   Benemerenze CONI 2017. Al CPO “Giulio Onesti” le festa delle Stelle e Palme romane lazio.coni.it  Pubblicato: 18 Dicembre 2018 L’aula magna del Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” ha ospitato ieri pomeriggio la cerimonia della consegna
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Gigi Sacco, per tutti il LAMPO questa mattina ci ha lasciato.

dic 15th, 2018 | By
gigi-sacco-detto-il-lampo

Roberto Melchiorri: la solidarietà era il suo forte, sempre disponibile e amico di tutti. Civitavecchia Ieri alle 14:31 · Gigi Sacco, per tutti il LAMPO questa mattina ci ha lasciato. Quando sembrava che avesse vinto l’ennesima partita, se ne andato. Il Lampo, un personaggio unico, una bravissima persona. Un Civitavecchiese Doc. La solidarietà era il
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria