Sport News

ROBERTA GALLETTA festeggia il suo compleanno 1.05.2013 nella Valle della Fiumaretta Civitavecchia - casale sotto le Mole. Non regali, ma contributi per mettere in sicurezza la strada

Dalle ore 16.00 davanti al parcheggio dell'impianto sportivo San Pio X ci saranno le indicazioni per arrivare al casale dove si terrà la festa fino al tramonto. Tutta la città è invitata a partecipare.

ROBERTA GALLETTA:
"Per la mia festa (aperta a tutti) non regali, ma contributi per realizzare la strada della Vallata della Fiumaretta"

Mercoledì 29 Maggio 2013

Esistono luoghi a Civitavecchia bellissimi, di un fascino straordinario che per incuria, ignoranza, ma anche perverse volontà non sono stati mai valorizzati.
Quando ho scoperto la Vallata di Fiumaretta, nel 2007, grazie ad una memorabile passeggiata organizzata da Mauro Tisselli, pensavo di trovarmi in un'altra città.
Un luogo meraviglioso, sebbene abbandonato e diventato una discarica a cielo aperto.
E soprattutto oggetto di una cementificazione selvaggia con la costruzione di una strada sopraelevata che ne avrebbe distrutto il delicato ecosistema ma che per fortuna non si è mai realizzata grazie alle nostre battaglie.
Ho così iniziato a frequentare la Vallata della Fiumaretta correndo lungo l'anello di 2.100 km che collega Via dell'Immacolata a Via Braccianese Claudia, anche per 10 km al giorno, tutti i giorni, per una estate intera. Io cresciuta in piscina e su un campo da calcetto, e che odiavo la corsa.
Dovevo ritrovare me stessa, in un momento in cui si era spenta la luce e proprio li, immersa nella natura, lontana da tutto e da tutti con la sola compagnia dei cani del canile che mi salutavano ogni volta che passavo e con i sorrisi dei giocatori di skate che si allenavano al Pala Indra Mercuri, sono rinata e ho iniziato ad amare questo posto.
In questi sei anni in cui ho passato tanto tempo in questo posto, il più delle volte a riemergere dai miei mari neri e da tanti momenti bui, la Vallata mi ha sempre presa per mano, compresa e aiutata.
I suoi alberi, lo scorrere della sua acqua, i suoi aironi, le due aquile che la abitano da anni e soprattutto la pace che ho trovato li, mi hanno reso sempre più forte, quasi a darmi una carica formidabile.
Così ho promesso a me stessa e agli alberi di questa Vallata, alle Mole che si ergono fiere sulla collina vicina che se mai un giorno avessi avuto più forza di quanta ne mettevo nel mio correre quotidiano, avrei fatto qualcosa per loro.
Oggi, ritrovata la mia luce e soprattutto la mia forza, continuo a correre per la Vallata quando riesco a rubare un'ora di amore per la mia città.
In questo modo, semplicemente, mi sono prima innamorata della Vallata della Fiumaretta frequentandola, respirandola e vivendola, ascoltando i suoi silenzi e la sua tranquillità.
Poi, da Assessore all'Ambiente, appena ho potuto, ho voluto mantenere la mia promessa d'amore al parco e a luglio 2012 ho sistemato la pista da skate ormai abbandonata così da far tornare tanto giovani a frequentare la vallata, a dicembre 2012 grazie ad un gruppo di volontari abbiamo bonificato un tratto del letto del fosso e da gennaio 2013 fino ad aprile 2013 ho utilizzato i pochi fondi a disposizione dell'Assessorato all'Ambiente per sistemare i due ponti di legno, per rimuovere le discariche anche di eternit, per sfalciare le erbacce e recuperare il km e mezzo di pista ciclabile e mettere in sicurezza il pericoloso ponticello che collega le due sponde del fosso.
Quando però ad aprile ho perso i miei poteri da assessore, ho lasciato incompiuta solo la strada sterrata che oggi ha bisogno di essere sistemare per alcune buche pericolose e addirittura un corrugato della corrente elettrica scoperto.
In questi giorni così difficili per me la Vallata di Fiumaretta è stata ancora una volta al mio fianco ma stavolta l'energia che è arrivata è stata ancora più forte e potente.
La natura ci ascolta, percepisce tutto di noi, soprattutto l'amore che le manifestiamo anche con piccoli gesti.
Così, per ringraziare e aiutare ancora una volta la Vallata ho deciso di festeggiare sabato 1 giugno 2013 il mio compleanno al casale sotto le Mole in un terreno che si trova proprio li, perchè vorrei che il giorno del mio compleanno i civitavecchiesi venissero a vedere un pezzo di bellezza straordinaria della nostra città per farla conoscere e viverla come l'ho vissuta io, così da far conoscere e rendere fruibile questo altro straordinario posto che i cittadini hanno sotto il naso e di cui ignorano l'esistenza.
Sono quindi invitati quanti hanno a cuore la natura e l'ambiente e chiedo per quella che sarà una vera e propria festa di compleanno con un rinfresco e tanti amici cari di non fare nessun regalo a me ma di dare un contributo per terminare quanto ho iniziato.
Realizzare la strada al Parco della Vallata della Fiumaretta è il regalo più bello per festeggiare il mio compleanno per donare la strada alla Vallata per farci arrivare più facilmente le persone.
Dalle ore 16.00 davanti al parcheggio dell'impianto sportivo San Pio X ci saranno le indicazioni per arrivare al casale dove si terrà la festa fino al tramonto. Tutta la città è invitata a partecipare.
Questo è il mio desiderio più grande che ho per sabato 1 giugno 2013. Aiutatemi a realizzarlo. Faremo tutti insieme una grande e bella cosa per l'ambiente della nostra città. Anche la Vallata ci aiuterà.
Proprio oggi, quando sono andata con la mia bici a collaudare la pista ciclabile, gli alberi della Vallata di Fiumaretta mi hanno sussurrato, con le fronde dei loro rami, che mi aiuteranno. Anche questa volta. Soprattutto questa volta. Chi conosce ama, chi ama difende.


pierluigi risi

Copyright by Centro Studi Airone