Jobs Act e problematiche per il settore dello sport: intervista all’ Avv. Guido Martinelli

gen 18th, 2016 | By | Category: Sport News
  • Share/Bookmark

da Simona Placiduccio  -  http://www.lavorarenellosport.it/ –  Il testo di legge, come sostiene l’Avv. Martinelli, non favorisce le associazioni che lavorano nel settore sportivo. E’ stata persa l’occasione, da parte del legislatore, di porre fine alla diatriba sull’assoggettamento o meno alla contribuzione previdenziale dei compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche.

Scritto da Simona Placiduccio
18 gennaio 2016

Jobs Act e problematiche per il settore dello sport: intervista all’ Avv. Guido Martinelli

Il testo di legge, come sostiene l’Avv. Martinelli, non favorisce le associazioni che lavorano nel settore sportivo. E’ stata persa l’occasione, da parte del legislatore, di porre fine alla diatriba sull’assoggettamento o meno alla contribuzione previdenziale dei compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche.

Da una parte, il Legislatore ha collocato sotto il profilo fiscale i compensi per attività sportive dilettantistiche tra i redditi diversi (art. 67, primo comma, lett. m. Tuir), dall’altra ha ricompreso sotto il profilo previdenziale, i compensi corrisposti agli istruttori sportivi tra quelli soggetti a contribuzione “spettacolo” dando vita ad una duplice interpretazione che crea non pochi problemi dal punto di vista applicativo.

Il primo filone interpretativo ritiene che una prestazione lavorativa, in quanto tale, debba necessariamente comportare una tutela previdenziale e assicurativa (e conseguente contribuzione da versare), in virtù di quanto disposto dall’art. 38 della Costituzione. Tale tesi sarebbe suffragata da diverse sentenze di legittimità tra le quali Cass. Sez. Lavoro n. 21245/2014, nonché Cass. Sez. terza n. 31840/2014.

A tal proposito, la suprema Corte di Cassazione (Cass. Sez. Lavoro n. 21245/2014cit) sostiene che nel caso in cui si prenda in considerazione, ad esempio, la figura dell’istruttore di nuoto, l’attività dallo stesso espletata in corsi di nuoto svolgentisi in piscine, rientra comunque in quella svolta dagli addetti agli impianti sportivi di cui al D.Lgs. cps 16 luglio 1947 n. 708 art. 3 co. 1 n. 21, come sostituito dal d.p.r. 22 luglio 1986 n. 10, “indipendentemente dal regime autonomo o subordinato di espletamento della loro prestazione lavorativa con conseguente debenza all’INPS dei contributi SSN, di malattia e gescal”. Pertanto, tali attività lavorative sarebbero indubbiamente assoggettate a contribuzione.

Il secondo orientamento tiene conto del fatto che per la specificità dell’attività svolta nel settore sportivo, il Legislatore abbia previsto la creazione di una nuova area lavorativa non soggetta a contribuzione previdenziale. A sostegno di tale ipotesi si citano la Circolare del Ministero del lavoro 21.02.2014; le sentenze di merito della C.d.A. Milano Sez. lav. n. 1172/2014 e C.d.A. Firenze n. 683/2014.

Le ragioni sottese a tale interpretazione fanno riferimento, in questo caso (C.d.A. Firenze n. 683/2014), ad esigenze concrete volte a realizzare un regime di favore a vantaggio delle associazioni sportive dilettantistiche esentandole dal pagamento dell’imposta (e della contribuzione) in riferimento a quanto queste corrispondano in forme di rimborsi forfettari o di compensi non solo agli atleti ma anche a tutti coloro che collaborino con mansioni tecniche o anche gestionali, al funzionamento della struttura riconosciuta dal CONI. In questo senso occorrerebbe, però, anche la predisposizione di incentivi allo scopo di favorire lo sviluppo di questo tipo di attività alleggerendone i costi di gestione, sul presupposto della oggettiva valenza della funzione salutista.

Simona Placiduccio

Laureata presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi in diritto processuale civile sul “regolamento di giurisdizione”. Dottore di ricerca presso la medesima Università nel corso di “Critica storica, giuridica ed economica dello sport”. Ha accumulato esperienza sia lavorativa che accademica nell’ambito dell sport. Consulente legale di federazioni, società sportive, enti di promozione sportiva ed associazioni.

  • Share/Bookmark
Tags:

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

REGIONE LAZIO: oltre 9 Milioni di Euro per Nuovi Impianti Sportivi in tutto il Lazio

nov 11th, 2017 | By
impianto-gedila-degrado

AVVISO PUBBLICO “SPORT IN/E MOVIMENTO” LR. 9/2010. “Lo sport è un anticorpo positivo – ha dichiarato il presidente Nicola Zingaretti – nella costruzione della coesione sociale in quei comuni che vivono la crisi e la marginalità. Vogliamo dare attenzione, mettere in campo una proposta e una soluzione a questi temi rafforzando la rete territoriale sportiva. SPORT: OLTRE 9 MILIONI DI EURO
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Civitavecchia: SKATE PARK all’interno del parco ex Saraudi

ott 22nd, 2017 | By
render_skate_park

www.terzobinario.it L’assessore allo sport Lucernoni: passi in avanti per lo skate park  da realizzarsi coi lavori di riqualificazione del parco ex Saraudi in ottemperanza alle prescrizioni VIA di TVN Enel del 2003. Civitavecchia 17 Ottobre 2017 Passi in avanti per la realizzazione dello skate park. Oggi l’assessore allo sport del Comune di Civitavecchia ha incontrato i rappresentanti degli skater
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Civitavecchia Rugby Centumcellæ sottoscritto un accordo con Adrian Di Giusto

set 20th, 2017 | By
adrian__di_giusto_-_d_angelo

www.bignotizie.it Il CRC potenzia la mischia con il tecnico argentino Di Giusto Civitavecchia 14.09.2017 CIVITAVECCHIA – Il Civitavecchia Rugby Centumcellæ punta sulla tinta albiceleste. Il club biancorosso ha sottoscritto un accordo con Adrian Di Giusto, tecnico argentino specializzato nel pack e amico fraterno dell’ex azzurro Martin Castrogiovanni. Gli avanti civitavecchiesi potranno migliorarsi, in vista del
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


La Camera Iperbarica un giallo tutto civitavecchiese

ago 17th, 2017 | By
camera-iperbarica-1

Gianfranco Forno: nemmeno l’intervento della trasmissione “Striscia la notizia” ha sbloccato la decennale inattività. Attualmente nel Lazio sono attive una sola camera iperbarica privata a Roma e, in Toscana, a Grosseto un’altra struttura iperbarica all’interno dell’ospedale”. Il giallo della camera iperbarica www.trcgiornale.it Civitavecchia Giovedì 17 Agosto 2017 15:11 Un giallo senza fine, quello riguardante la camera
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Comune di Civitavecchia: Bando relativo alla gestione decennale del Palazzetto dello Sport

ago 10th, 2017 | By
palazzetto-dello-sport-civitavecchia-640x400

L’assessore allo Sport Daniela Lucernoni: “Chi vincerà il bando, relativo alla gestione decennale del Palazzetto dello Sport “Insolera – Tamagnini” di via Barbaranelli, dovrà provvedere ad una serie di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria finalizzati alla piena funzionalità della struttura. …. Civitavecchia 9 Aosto 2017 Bando . Per la gestione dell’impianto, completo di pertinenze,
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria