GOVERNO E CONI AI FERRI CORTI ……….

nov 23rd, 2018 | By | Category: Primo piano, Vivere lo Sport
  • Share/Bookmark

Giorgetti: «Non ho dichiarato guerra al Coni» Il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Giancarlo Giorgetti, intervenuto allo ‘Sport Leaders Forum’ organizzato presso la sede del Corriere dello Sport-Stadio: «Non c’è nessuna guerra con Malagò, ma due diversi punti di vista»

www.corrieredellosport.it

martedì 20 novembre 2018 21:11

ROMA – “Non c’è nessuna guerra con Malagò, ma due diversi punti di vista. La mediazione e il compromesso fanno parte della politica, ma presuppongono un approccio costruttivo, che spero possa tornare di attualità nei prossimi giorni. Incontreremo sicuramente ancora Malagò. Bisogna cercare di migliorare, non è detto che una cosa che funziona bene debba sempre rimanere così. Il mondo evolve, dobbiamo essere al passo”: lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Giancarlo Giorgetti, intervenuto allo ‘Sport Leaders Forum’ organizzato presso la sede del Corriere dello Sport-Stadio.

“Se è possibile una soluzione condivisa col Coni? Se Malagò accetta i principi della riforma – ha aggiunto Giorgetti – È chiaro che cerchiamo una soluzione condivisa. Pensate che lo sport italiano possa funzionare se Coni e governo sono in guerra? Noi vogliamo migliorare lo sport italiano”, ha aggiunto Giorgetti, parlando di un ‘concorso’ internazionale per il manager del nuovo ente che dovrà erogare i fondi alle federazioni. “Non è la politica che mette le mani sullo sport – ha spiegato Giorgetti – Con la riforma che abbiamo in mente non vogliamo mettere burocrati alla ‘Sport e Salute spa’ ma manager. Come faremo? Ho in mente una call nazionale, se non internazionale, in cui chi aspira a queste posizioni presenta la candidatura e viene scelto in base a due criteri: la conoscenza sportiva e la managerialità aziendale”. “La nuova Coni servizi deve cambiare, avere uno spirito imprenditoriale e allargare l’oggetto sociale – ha concluso il sottosegretario alla presidenza del Consiglio – La chiave di lettura è questa, con un perimetro di attività che viene ampliato. La preparazione olimpica resterà al Coni, quella è la sua ragione d’essere”. “In Italia abbiamo la necessità di dirigenti sportivi, anche all’interno delle federazioni. È un grande buco nero – ha aggiunto Giorgetti -. Lo sport è lo specchio del Paese, l’arte di arrangiarsi ci ha permesso di andare avanti nonostante un contesto ambientale sfavorevole, senza però poter sfruttare le potenzialità”. “L’industria dello sport ha delle potenzialità inespresse e su questo bisogna costruire. Ci sono tutte le condizioni per riuscire a mettere a sistema questa potenzialità: per farlo serve la formazione, serve managerialità sportiva – le parole del sottosegretario -. Abbiamo la necessita di dirigenti sportivi. Anche perché lo sport di alto livello può permettere anche di fare soldi, mentre ora si cerca solo di mitigare i danni: non deve esserci più il mecenate, ma l’imprenditore sportivo”.

Con il presidente del Coni, Giovanni Malagò, “non è una battaglia personale. Ma c’è una anomalia: se guardate le prime cariche del Coni, sono tutte persone che appartengono al Circolo Aniene. Sarà un caso, saranno bravi, ma magari c’è gente competente anche a Forlì…- ha detto ancora Giorgetti – questo vale per il Coni come per i ministeri. Perché non mi dite che negli ultimi 40 anni al Coni ci sono stati tutti angioletti e nella politica invece solo i cattivi: è una favoletta a cui non credo”. “Io – ha poi concluso il sottosegretario alla presidenza del Consiglio – non ho dichiarato guerra a nessuno e non ho motivo di coltivarla. Sono pragmatico e voglio arrivare ai risultati, anzi tendenzialmente evito la ribalta mediatica. Con questo approccio, nel momento in cui si discute nel merito si trovano le soluzioni”.

  • Share/Bookmark
Tags:

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

IMPIANTISTICA SPORTIVA CIVITAVECCHIESE: la telenovela del “PALAGRAMMATICO”

dic 8th, 2019 | By
palagrammatico_crollo_01-1

“PALAGRAMMATICO” inagibile  dal Febbraio del 2018. trcgiornale.it PalaGrammatico, Iacomelli: “Amministrazione al lavoro sull’impianto” Redazione TRCil: 6 Dicembre 2019, Dopo la mozione del Pd e il botta e risposta tra Marina Pergolesi di Italia Viva e la Flavioni di Pallamano, per quanto riguarda il PalaGrammatico arriva anche la replica di Matteo Iacomelli, vicepresidente della commissione sport.
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


“Litorale IN Volley”: presenta le prime squadre

dic 5th, 2019 | By
20191130_121636

Civitavecchia 3 Dicembre 2019 Una meravigliosa giornata di sole che ha degnamente accompagnato una altrettanto meravigliosa giornata di SPORT, PASSIONE e FIEREZZA! FORZA Margutta Che Frutta! Gruppo Produttorì Agrì, FORZA Gruppo Revolution Franchising, FORZA MARTORI Assicurazioni. Sabato 30 novembre con la presentazione delle prime squadre il Consorzio “Litorale IN Volley” fà un ulteriore salto di qualità
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


CIVITAVECCHIA: Programma 41° “Palio Marinaro di Santa Fermina” Edizione 2020.

nov 20th, 2019 | By
palio-marinaro2

“ BOZZA” D I PROGRAMMA PALIO MARINARO D I S . FERMINA 2 0 2 0 Evento sportivo ispirato alla storia, alla cultura, alle tradizioni e alle leggende della Città di Civitavecchia e per promuovere la “GIORNATA DEL MARE” A.S.D. MARE NOSTRUM 2000 ASSOCIAZIONE CULTURALE & SPORTIVA ******* CITTÀ DI CIVITAVECCHIA PALIO MARINARO TRA I
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Maratona di New York: Marco Porchianello, della Tirreno Atletica Civitavecchia, sotto le tre ore

nov 4th, 2019 | By
porchianello-marco-atletica-tirreno-new-york-2019

Atletica, Porchianello sotto le tre ore alla Maratona di New York trcgiornale.it Redazione TRCil: 4 Novembre 2019, Atletica, Porchianello sotto le tre ore alla Maratona di New York La maglia biancoblu della Tirreno Atletica Civitavecchia attraversa Staten Island, Brooklyn, Queens, Bronx e Manhattan: 42,195km, cinque quartieri e un’emozione infinita sì per la squadra cittadina ma
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Lutto per lo sport civitavecchiese: è morto Angelo D’Ezio.

nov 1st, 2019 | By
angelo-dezio

Lutto per lo sport civitavecchiese, è morto Angelo D’Ezio: calciatore, storico mister e direttore sportivo in C2 Si è spento oggi all’età di 76 anni. Sabato alle 10.30 i funerali alla Chiesa San Francesco di Paola Se l’è portato via una malattia, nel modo più credule, il buon Angelo D’Ezio, storico allenatore civitavecchiese molto conosciuto
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria