BOXE. Emiliano Marsili è il nuovo campione mondiale silver WBC dei pesi leggeri battendo il messicano Gamaliel Diaz (38-13-3)

ago 3rd, 2015 | By | Category: Primo piano, Sport News
  • Share/Bookmark

di Gianpiero Fasciano – La grande notte di Marsili. www.boxenews.com La foto-cronaca del match. Come anticipato ieri sera nella nostra flash news, Emiliano Marsili (31-0-1) ha conquistato il titolo mondiale silver WBC dei pesi leggeri battendo il messicano Gamaliel Diaz (38-13-3). Il pugile di Civitavecchia, come noto, si è imposto nettamente battendo ai punti il suo avversario.

02 agosto 2015

Questa la cronaca del match clou che abbiamo seguito live da bordo ring.

Partiamo dall’elogio

all’organizzazione della riunione

che è stata pressoché perfetta.

Un plauso va alla OPI2000 di

Salvatore Cherchi, alla TM

Promotion di Federico

Zampaglione, al Paciucci Boxing

Team ed al Comune di Fiumicino.

Per il clou si è atteso il via di Deejay TV che ha trasmesso in diretta il match. L’incontro, oltre che in Italia, è stato trasmesso anche in Polonia in diretta dal canale Fightklub ed in differita in America Latina, Australia e Nuova Zelanda grazie all’accordo degli organizzatori con l’emittente ESPN International.
Sul ring, oltre al bravo ring

announcer Valerio Lamanna,

madrina della serata è stata la

nota attrice Claudia Gerini che

ha allietato una buona cornice di

pubblico giunta allo stadio

Cetorelli di Fiumicino a sostenere

il nostro portabandiera.
Vengono presentati gli ufficiali della WBC.

L’arbitro della contesa è Daniel Van de Wiele, referee dalla grande esperienza internazionale (lo ricorderete tutti per aver arbitrato il mondiale

WBC dei massimi nel 2001 tra

Lennox Lewis e Hasim Rahman

che vide il pugile inglese

sconfitto per TKO al 5° round).

I giudici sono l’italiano Massimo

Barrovecchio, il messicano

Gelasio Perez Huerta e lo

spagnolo Francisco Alloza Rosa. Supervisor il newyorkese Bob Yalen.
Il primo a salire sul ring è stato

Gamaliel Diaz con un eccentrico

cappello messicano ed un

completo blu estremamente

luccicante.

Dopo è il turno di Emiliano

Marsili che è accompagnato dal

suo amico/manager Federico Zampaglione dei “Tiromancino” che intona live le parole di un brano inedito dal titolo “Molo 4”. Il suo ingresso è un tripudio.
Dopo gli inni nazionali, è il

momento di far parlare il ring.

Marsili appare leggermente

nervoso, ma fisicamente molto

preparato come sempre.

Diaz sembra più rilassato,

essendo già abituato a

palcoscenici mondiali.
Suona il gong del 1° round e, dopo una fase di studio, “Tizzo” affonda alcuni

colpi e riesce a schivare quasi

tutti quelli del suo avversario,

grazie alla sua costante mobilità

sulle gambe. Anche il 2° round

continua sulla stessa falsa riga

del primo con Marsili che prende

spesso l’iniziativa e Diaz che non

riesce mai a colpirlo.

Nel 3° round Diaz cerca di

prendere il centro del ring, ma i

suoi colpi vanno sempre a vuoto.

Appare subito chiaro che Marsili

è atleticamente più preparato del

suo avversario che inizia ad

leggermente ad arrancare.

Ripresa sostanzialmente

equilibrata. Nel 4° round Marsili preme il piede sull’acceleratore e colpisce il suo avversario con un gancio sinistro pulito; Diaz è in difficoltà.

Da regolamento WBC si va alla

lettura parziale dei cartellini:

40-36, 39-38 (?!?) e 39-37 tutti a

favore di Marsili.

Si riprende con il 5° round che

continua sul leitmotive dei

precedenti con il pugile laziale

che colpisce con jab e diretti

ripetuti, mettendo sempre più spesso in difficoltà Diaz.

Nel 6° round è sempre più chiaro

che il pugile italiano è padrone

del ring, con il messicano che va

giù, ma non viene contato (forse è

scivolato).

Nel 7° round Diaz prova a reagire

con una serie poco efficace di

colpi al volto; nella confusione

colpisce Marsili dietro la nuca e l’attento arbitro Daniel Van de Wiele lo richiama ufficialmente.

Sembra che Diaz stia prendendo

le misure al suo avversario e stia

crescendo.

Nell’8° round Diaz va di nuovo a

terra, ma anche in questo caso

non viene contato.

Il messicano è nervoso e prova ad

utilizzare la sua esperienza con dei colpi poco ortodossi.

Infatti in uno scambio poco

preciso colpisce Marsili con una

testata; l’arbitro non può fare

altro che richiamarlo

nuovamente (2° richiamo

ufficiale).

Nonostante questo richiamo, al

termine del round,

“El Platano” colpisce Marsili dopo il gong.

Davvero scorretto il messicano!

Si va alla seconda lettura

parziale dei cartellini: 78-72, 77-

74 e 78-72 ancora tutti a favore di

Marsili.

Scocca il gong del 9° round,

Marsili attacca e Diaz va di nuovo

a terra; per l’arbitro è una spinta, quindi nessun conteggio.
Nel 10° round il pugile italiano,

consapevole del suo netto

vantaggio, abbassa la guardia e

subisce un pericoloso diretto da

Diaz che non molla, ma che verso

la fine del round subisce un

sinistro di incontro che lo fa

barcollare.

L’11° ed il 12° round sono contraddistinti dalla stanchezza dovuta al fatto che nessuno dei due pugili si è risparmiato.

Diaz prova ad attaccare, ma Marsili schiva bene, contrattacca e va a segno nettamente almeno due volte. Nel 12° round Diaz colpisce con un gancio pulito, ma non c’è tempo per recuperare, Marsili sa di essere in vantaggio nettamente ai punti e gira intorno al suo avversario senza rischiare alcun pericolo.
Suona il gong. Il match è terminato! Sia il pugile italiano che il pugile messicano vengono portati in trionfo dai loro staff ed esultano in segno di vittoria.
Subito dopo arriva il verdetto: giudice Barrovecchio 115-111, giudice Gelasio Perez Huerta 116-111 e Francisco Alloza Rosa 117-110, tutti a favore dell’italiano. Vittoria con verdetto unanime! E’ Emiliano Marsili il nuovo campione mondiale Silver WBC dei pesi leggeri. Può partire la festa con gli addetti ai lavori (e non solo) che salgono sul ring per acclamare Marsili. E’ una vera e propria celebrazione di un pugile che dopo anni di sacrifici è arrivato a questo importante traguardo.
Un successo arrivato grazie alla grande preparazione tecnica ed atletica di Marsili, allenato dal maestro Massai. Il pugile di Civitavecchia è stato protagonista di un match perfetto senza mai subire quasi nulla ed essendo stato padrone incontrastato del ring. Per un pugile alle soglie dei 39 anni non ci poteva aspettare di meglio.
Marsili a questo punto si candida ad essere sfidante al titolo mondiale WBC dei pesi leggeri. Attualmente campione in carica è Jorge Linares (38-3-0) che dovrà però prima difendere il suo titolo contro l’attuale sfidante ufficiale: il montegrino imbattuto Dejan Zlaticanin (21-0-0). Siamo sicuri però che nell’arco di un anno anche Marsili potrà avere la sua opportunità.
Speriamo quindi di poter vedere un’altra serata di grande pugilato come questa; finalmente un incontro che ricorderemo a lungo nei prossimi anni e che può essere il rilancio la nobile arte italiana, talvolta snobbata dai grandi media.

Foto di Rosa Labellarte

  • Share/Bookmark
Tags:

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.


ALTRI ARTICOLI DELLA CATEGORIA:

Blog Archives

Comune di Civitavecchia: contributi a parziale copertura del costo di frequenza ai centri estivi 2021

set 3rd, 2021 | By
governo-logo-centri-estivi

Comune di Civitavecchia:  Dal ministero per la Famiglia arriva, per Civitavecchia 105.222,03 € per  potenziare i centri estivi e i servizi socioeducativi. 02.09.2021 – Avviso pubblico finalizzato all’individuazione dei beneficiari di contributi a parziale copertura del costo di frequenza ai centri estivi 2021 Con Determinazione Dirigenziale n. 2895 del 02/09/2021 è stato approvato l’ avviso
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tokyo…senza pugili, ma con le pugilesse

ago 4th, 2021 | By
irmatesta

Recentemente l’Associazione CIVITAVECCHIA C’E’ ha organizzato un piacevole pomeriggio sportivo, trasmettendo nei suoi locali un interessante filmato sulla vita e la carriera del pugile –Michael Magnesi – attualmente l’unico italiano a detenere un titolo mondiale, precisamente nella categoria dei super piuma. Tale appuntamento, allietato alla fine da un gradito rinfresco, se da un lato offriva
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tirreno Atletica Civitavecchia: 50 anni di storie e fotogrammi di vita

lug 31st, 2021 | By
atletica-civitavecchia

50 anni di storie e fotogrammi di vita 04-07-2021 21:59 – News Generiche Cinquant’anni di successi, sacrifici, ostacoli superati e una inesauribile voglia di correre verso nuovi traguardi. E’ con questo spirito che la Tirreno Atletica Civitavecchia si è ritrovata ieri sera presso il ristorante “Brizi Country Chic” per festeggiare le sue nozze d’oro, in
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Ma il Giappone i giochi li voleva veramente?

lug 28th, 2021 | By
olimpiade-di-tokio-2021

Entreranno nella storia. Tutte le Olimpiadi in quanto tali sono manifestazioni destinate, a causa dei motivi più disparati, a volte purtroppo anche tragici, ad essere ricordate, ma quelle di Tokyo entreranno nella storia per un “pezzetto” di più, una particolarità che, fino ad oggi, non si era mai verificata: saranno le prime olimpiadi senza pubblico.
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


In ginocchio

lug 12th, 2021 | By

Sarebbe stato bello se a fine partita Mancini e tutto il clan azzurro fossero andati ad inginocchiarsi davanti alla Var. Un giusto gesto di ringraziamento verso quel congegno (chiamiamolo così) che con il suo occhio elettronico, infallibile quindi, riesce a trovare tutte le irregolarità presenti in un’azione (compreso il fuorigioco dovuto ad un piede più
[continue reading...]

  • Share/Bookmark


Tutti gli articoli della categoria